Sport / Basket

Commenta Stampa

GMA Pozzuoli, il coach Scotto di Luzio analizza gara con Venezia


GMA Pozzuoli, il coach Scotto di Luzio analizza gara con Venezia
21/02/2011, 09:02

La matematica emette un altro verdetto: la Gma Pozzuoli non avrà la bella in casa nel primo turno dei play out. A 4 giornate dalla fine della regular season è incolmabile il divario da Priolo, Lucca e Parma (+10 punti). Una notizia rilevante, ma non prioritaria in casa flegrea dove da alcune settimane si sta già lavorando in prospettiva spareggi cercando di arrivarci nel miglior modo possibile indipendentemente dalle sedi delle partite. In quest’ottica devono essere interpretate ed analizzate le prestazioni. Al PalaErrico, contro Venezia (54–65 il finale), le biancoblù hanno giocato a sprazzi. Bene nel quarto inaugurale (10–4 al 4°, 17–4 al 7°, 20–12 al 10° con il 75% dal campo, 8 rimbalzi difensivi e 2 recuperi). Male in avvio di secondo periodo (break di 0–9 in 2’ per il 20–21 del 12°), meglio nel prosieguo (14–14). Di nuovo giù nella prima metà della terza frazione (4–12 per il +9 lagunare al 25°), quando la zona viaggiante ha fatto la differenza. “E’ una soluzione difensiva che spesso ci ha penalizzato – ammette coach Stefano Scotto Di Luzio – Ci stiamo lavorando. Nel prosieguo del quarto abbiamo trovato il bandolo della matassa riuscendo a trovare i varchi per far giungere la palla nell’area pitturata (8–10 il parziale della seconda parte). Guardando in generale alla gara ho avuto dei segnali positivi ed altri negativi. In difesa a tratti siamo riusciti ad avere una buon’intensità, in attacco quando siamo stati convinti di fare canestro lo abbiamo fatto. In alcuni frangenti ho visto eseguito quanto provato negli allenamenti, in altri, invece, ho rivisto la vecchia versione della squadra. Un team che ha paura d’attaccare, sbaglia in altre circostanze di gioco. Abbiamo dei black out sui quali dobbiamo concentrarci”. Per salvarsi servirà una maggiore continuità di rendimento per non trovarsi nuovamente a dover inseguire le contendenti. Orogranata che sono state affrontate senza Walker, tenuta a riposo per un piccolo problema alla caviglia. “Non sarà un’assenza lunga – aggiunge il tecnico – Certamente abbiamo perso consistenza sotto canestro, ma in difesa non è andata tanto male”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©