Sport / Basket

Commenta Stampa

GMA Pozzuoli, Scotto: manca sempre la mentalità


GMA Pozzuoli, Scotto: manca sempre la mentalità
24/01/2011, 12:01

Ci risiamo. Una settimana dopo la sconfitta casalinga con Faenza, la Gma Pozzuoli né ha rimediata un’altra contro la diretta concorrente Parma e la motivazione è sempre la stessa. “Manca sempre la mentalità, la voglia e la volontà di vincere – commenta coach Stefano Scotto Di Luzio – Anche in allenamento c’è qualcosa che non va, bisogna migliorare il modo di farlo. Allenarsi duramente non significa solo correre che da solo non basta, ma anche essere concentrate, difendere forte, fare taglia fuori e tante altre cose che, poi, ti servono in partita. Con le emiliane tutte le cestiste impiegate hanno co mmesso degli errori clamorosi. Né ho parlato con loro e la reazione la vedrò soltanto alla ripresa settimanale del lavoro (di martedì)”. Palle perse banali, rimbalzi difensivi non catturati: tutti gesti che hanno influito sul risultato finale e rendono sempre più complicato il cammino delle flegree con la classifica che s’allunga (ad 8 lunghezze sono le ducali – avanti 2–0 negli scontri diretti – Napoli e Priolo) e mercoledì sera c’è il turno infrasettimanale al PalaMazzola di Taranto. “Non so decifrare il nostro futuro, ma di sicuro il roster deve reagire in campo e sul piano della mentalità, dell’approccio all’allenamento ed agli incontri – aggiunge il tecnico – Nonostante l’aspetto positivo d’essere stati in gara sino a l 40°, abbiamo ripreso le gialloblù, ci abbiamo creduto sino al termine, ma le parmensi non sono una corazzata del campionato, quindi, dobbiamo reagire. Tutto è legato anche agli infortuni importanti che stanno condizionando il lavoro settimanale d’alcune giocatrici rilevanti (Dixon, Walker): dobbiamo trovare il modo di recuperarle sul piano fisico, ma sia loro sia le altre ragazze devono dare di più, dare il loro contributo, perché tutte sono importanti e devono migliorare: questo è uno sport di squadra: si vince e si perde insieme”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©