Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Stasera in onda su Julie News

Grande successo per la prima di #ONDAZZURRA nel 2014 -video

Ospiti di lusso per Lucio Pengue e Francesco Marciano

.

Grande successo per la prima di #ONDAZZURRA nel 2014 -video
09/01/2014, 22:36

NAPOLI - Grande successo per la prima puntata del 2014 della trasmissione sportiva #Ondazzurra, andata in onda stasera su Julie News e condotta da Lucio Pengue e Francesco Marciano in studio, collegati con gli ospiti di Veronica Riefolo in diretta dal Suor Orsola Benincasa. Ospite in studio il grande ex difensore del Napoli Ciro Caruso, esperto come pochi di calcio sia a livello giovanile che senior. Dal Suor Orsola, invece, il salotto della refolo è stato affollato dalla gradita presenza di Gianluca Monti, giornalista de La Gazzetta dello Sport, e dal giornalista Roberto Conte e lo scrittore Giuseppe Esposito.

In diretta, dunque, l'operatore di mercato Ciro Caruso ha rivelato:"Credo purtroppo che l'esperienza di Paolo Cannavaro a Napoli sia finita, e me ne dispiaccio perché lui è il capitano di questa squadra. Maggio, Insigne e altri calciatori che erano qui anche l'anno scorso adesso vengono un po' criticati, ma credo siano ancora un punto di forza di questo Napoli. Il mercato? Ci sono giocatori che possono fare la differenza in piazze piccole, ma qui è un'altra storia. A Napoli ci vogliono gli attributi per giocare con la maglia azzurra". 

Roberto Conte ha rivelato: "La grande differenza con l'anno scorso è che ora abbiamo tanti scontri diretti da giocare in casa nel girone di ritorno, inoltre quest'anno abbiamo fatto pochissima fatica con le piccole squadre in casa. A parte i 3 gol presi dall'Udinese al San Paolo, ci siamo sempre ben comportati. La Juventus è lontana, ma il secondo posto è alla portata del Napoli ed anche Europa League e Coppa Italia sono ampiamente alla nostra portata. Gennaio sarà un mese decisivo. Insigne? Non va crocifisso per qualche prestazione sbagliata, ma bisogna fare un lavoro specifico sulla finalizzazione"

Gianluca Monti della Gazzetta dello Sport ha spiegato: "Merito a chi ha preso Mertens, ha avuto un impatto eccezionale col calcio italiano, anche se lo stesso livello del calcio italiano s'è abbassato quest'anno. Tutti i calciatori che arrivano fanno la differenza. Insigne sta giocando la sua stagione, non deve avere reazioni emotive come le lacrime dopo Napoli-Sampdoria. Non deve cercare con ossessione il gol altrimenti rischia di trovarlo con ancora maggiori difficoltà. Maledizione dei napoletani nel Napoli? Non è facile giocare da napoletano a Napoli, dunque merito a Paolo Cannavaro che ce l'ha fatta alla grande. Benitez piazza al meglio Insigne in campo, Lorenzo a breve si ritroverà la porta larga metter ora gli sembra molto piccola. Mercato. Serve un centrocampista che sappia ragionare: M'Vila, Jorginho e gli altri accostati a Napoli sarebbero tutti acquisti molto utili"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©