Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL CAPITANO

"Grande vittoria col City, sogno la nazionale"


'Grande vittoria col City, sogno la nazionale'
24/11/2011, 14:11

Il capitano azzurro Paolo Cannavaro è ospite del salottino di radio marte.
"E' stata una bellissima partita, la dimostrazione che spesso la programmazione e la voglia di vincere possono avere la meglio sui milioni di euro dello sceicco. Ora però dobbiamo goderci il momento senza esaltarci troppo, ci vuole concentrazione. La squadra si espressa alla grande, siamo stati molto lucidi e non ci siamo buttati in avanti come pazzi. Ovvio che qualcosa devi sempre concedere, il Manchester City è una squadra fortissima. Mancini ha detto che non meritavano di perdere? Non sono d'accordo, noi abbiamo meritato di vincere, il nostro secondo gol è stato bellissimo. Il Napoli sta crescendo, è bello pensare a dove siamo arrivati in questi anni. Qualche contestazione personale in passato? I momenti brutti capitano, quando ci penso però mi torna sempre alla mente il giorno in cui un papà con il figlio che mi disse "Capitano non ci pensare sei sempre il più forte".
Grande la spinta del pubblico martedì sera.
"Io dopo sei anni che sono qui resto ancora a bocca aperta, sono stati incredibili. Il guardalinee, prima del fischio d'inizio, mi ha detto "Questi sono pazzi".
Finalmente sono arrivati i gol di Cavani.
"Lui è sempre stato sereno, non segnava ma giocava alla grande, fisicamente è sempre stato al massimo ed ha sempre giocato per la squadra spesso tornando nella nostra area per chiudere sull'attaccante avversario."
Sabato sfida durissima contro l'Atalanta.
"Sarà dura, loro sono in grandissima forma e il fatto che abbiamo recuperato tutti i punti di penalizzazione ne è la dimostrazione. Denis sta giocando alla grande, sono contento per lui perchè è un amico, ma spero che sabato sia in giornata no."
Dopo ci sarà il recupero con la Juventus, partita rinviata dopo molto polemiche.
"Polemiche inutili, chi ha visto Napoli alle prime ore del mattino sapeva che non si  poteva fare altrimenti. Io avrei fatto lo stesso, è stata una decisione giusta. La partita è molto sentita dai tifosi, è dalla scorsa settimana che mi fermano in strada e mi chiedono la vittoria. I bianconeri sono una squadra forte e sono favoriti dal fatto che giocano una sola volta a settimana."
La nazionale resta un sogno?
"Io ci penso sempre, non smetto mai di sperare ma per indossare la maglia azzurra devo prima far bene con l'azzurro del Napoli."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©