Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Che partita Mertens!

Ha avuto il coraggio di osare, questa vittoria è di Benitez


Ha avuto il coraggio di osare, questa vittoria è di Benitez
23/10/2013, 09:38

Quando è arrivato sulla panchina del Napoli in molti (i soliti sapientoni) hanno storto il naso al pensiero di Benitez alla guida di un’italiana dato che sulla panchina dell’Inter era durato poco e non aveva impressionato particolarmente: esonerato prima di Natale (e dopo aver vinto Supercoppa italiana e Mondiale per club).

A Napoli, Benitez ci è venuto perché ha trovato un progetto serio e un presidente deciso ad accontentare, per quanto possibile, il tecnico spagnolo. E non dobbiamo dimenticare che è grazie alla figura di Benitez che alcuni giocatori si sono convinti subito della bontà del progetto di De Laurentiis.

Ebbene, ieri sera è stata la vittoria di Don Rafè. Si è vista nettamente la sua mano: non solo nel modo di giocare (la squadra lo segue fidandosi ciecamente di lui), ma soprattutto negli uomini chiave della difficile serata del Velodrome. Il Marsiglia non è stato un avversario irresistibile, ma le trasferte di Champions League in stadi come quello francese non sono mai semplici. L’ex tecnico del  Chelsea si è affidato a Fernandez (Cannavaro ha sempre meno spazio in questo Napoli) ed ha avuto ragione; si è affidato a Mertens che, dopo un primo periodo utile per ambientarsi, sta ripagando alla grande il tecnico, ieri è stato il migliore in campo senza ombra di dubbio; si è affidato a Duvan Zapata togliendo Higuian e lasciando il colombiano classe 1991 in campo per più di mezz’ora ed è stato ampiamente ripagato dal gol capolavoro del numero 91. Il resto lo hanno fatto i giocatori che Benitez ha fortemente voluto nel mercato estivo: Reina, Albiol, Callejon. Senza dimenticare un rigenerato Inler (affiancato da un inesauribile Behrami).

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©