Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UNA RISPOSTA INADATTA?

"Hamsik non si tocca"


'Hamsik non si tocca'
18/04/2011, 14:04

Hamsik non si tocca”!
E’ un monito, non un riferimento al grado di soddisfazione sessuale dello slovacco. Una precisazione inelegante e, forse, inopportuna, direbbe qualcuno.
Dipende dall’interlocutore, da chi è il destinatario di quell’avvertimento, risponderei. In questo caso, ad esempio, “Hamsik non si tocca” è quanto potrebbe dire De Laurentiis alla dirigenza del Milan per blindare il centrocampista azzurro, pubblicamente elogiato da Massimiliano Allegri, tecnico dei rossoneri, nel corso della trasmissione Mediaset, “Controcampo”.
"Se dovessi scegliere un calciatore del Napoli che mi piacerebbe allenare, sceglierei Hamsik. Secondo me, è un campione. E' giovanissimo, ma gioca ormai da molto tempo in Serie A ed ha ancora grandissimi margini di miglioramento. Un giocatore come lui che aiuta la squadra e garantisce un numero così alto di gol è molto importante all'interno di un gruppo” ha dichiarato Allegri.
Considerazioni che lasciano il tempo che trovano, ma alle quali la dirigenza del Napoli potrebbe anche decidere di rispondere in queste ore.
E allora? E allora, umilmente, mi permetto di dare un consiglio a De Laurentiis, soprattutto in considerazione di quanto accaduto negli ultimi mesi al nostro Premier, nonché presidente del Milan e proprietario della Tv in cui Allegri ha “proclamato il suo amore” per Hamsik.
Presidente, non risponda: “Hamsik non si tocca”. O, con i tempi che corrono, potrebbe essere frainteso. Lo dica forte e chiaro: “Hamsik non si vende”. No, aspetti…potrebbe non andare bene neanche quella. Facciamo così: “Hamsik resta a Napoli”.
Ecco, ora si che va bene…

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©