Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA VOGLIA DI BRITOS

"Ho sofferto tanto, voglio ripagare Mazzarri"


'Ho sofferto tanto, voglio ripagare Mazzarri'
12/01/2012, 10:01

È come se fosse un altro nuovo acquisto, perché di lui si erano perse di colpo le tracce il 20 agosto scorso, a Barcellona, durante l’ultima amichevole del Napoli prima dell’inizio della stagione. Miguel Angel Britos, difensore uruguaiano di 26 anni, lasciò in barella il Nou Camp con un piede rotto. E da allora ha dovuto fare da spettatore, per quattro mesi e mezzo. Fino al sospirato ritorno in campo di stasera, anticipato dal giocatore a radio Marte. «Sto meglio, mi alleno bene e finalmente ho l’opportunità di giocare questa partita. Spero di fare del mio meglio, anche se so già che non sarà facile dopo uno stop in infermeria durato così a lungo».
Quanto le è pesato restare a guardare, Britos?
«Ho sofferto davvero tantissimo, in questi mesi, perché non sono riuscito ad offrire il mio contributo. Ma il magone mi è un po’ passato grazie alla qualificazione dei miei compagni per gli ottavi di Champions. Pareva impossibile, anche se ci speravo».
D’ora in poi potrà giocare anche lei, in Champions.
«Spero di fare molto bene, è uno dei miei obiettivi. Devo solo ritrovare la miglior forma, che arriverà piano piano giocando».
La prima tappa è la Coppa Italia.
«È un ottimo test, una sfida importante, ci teniamo alla Coppa Italia. Il Cesena gioca bene, anche se in campionato non ha i punti che merita. È una responsabilità grande, esordire stasera ».
E lunedì sera arriva il Bologna, la sua ex squadra...
«Ho vissuto tre anni molto belli e intensi, soprattutto l’ultimo. Volevo provare un grande club per giocare ad alti livelli. Per me il Napoli è stato un salto di qualità, che volevo fortemente».
L’ha voluta fortemente anche Mazzarri.
«Sono contento della sua stima, voglio ripagarlo già da questa gara con il Cesena. E poi nelle altre competizioni. La vittoria di Palermo è un segnale molto chiaro: lotteremo in campionato fino alla fine. Ogni partita sarà una finale. Possiamo arrivare lontano, il terzo posto sarebbe un grande risultato».
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©