Sport / Kart

Commenta Stampa

I piloti del karting hanno seguito i test della Ferrari F1 a Vallelunga


I piloti del karting hanno seguito i test della Ferrari F1 a Vallelunga
15/11/2012, 16:17

Al test-premio di ACI-CSAI e Ferrari Driver Academy per i piloti provenienti dalla Formula 3 con la Ferrari F60 di Formula 1 di venerdì scorso a Vallelunga, hanno assistito anche i tre giovani piloti selezionati dal Campionato Italiano CSAI Karting, Luca Corberi, Francesco Iacovacci e Cristopher Zani.

 

I tre kartisti, che nei quattro giorni precedenti avevano sostenuto con successo il Supercorso della Scuola Federale con la Formula Abarth, poi vinto da Cristopher Zani, hanno così potuto seguire da vicino il test-premio con la Ferrari F1 di Ricardo Agostini (vincitore del titolo rookie nell’Italian Formula 3 European Series e nel Campionato Italiano di Formula 3), di Eddie Cheever (fra i maggiori protagonisti quest’anno nel Campionato Italiano F.3) e lo spagnolo Daniel Juncadella (vincitore della Formula 3 Euro Series e del primo Campionato FIA European Formula 3 Championship).

 

Per Corberi, Iacovacci e Zani è stata così un’altra occasione importante per stare a contatto con il mondo dell’automobilismo e seguire da vicino piloti con maggiore esperienza alle prese con una monoposto come la Ferrari F1. Insomma un’esperienza che non capita tutti i giorni e che ha ulteriormente gratificato i tre giovani kartisti premiati da ACI-CSAI, dalla Ferrari Driver Academy e dalla Scuola Federale CSAI per il loro impegno di quest’anno nel Campionato Italiano CSAI Karting.

 

Questo il commento di Giancarlo Minardi, coordinare del Progetto Giovani ACI-CSAI nel karting per la Ferrari Driver Academy, al termine del Supercorso dei tre kartisti: “Il nono Supercorso che si è concluso a Vallelunga è stato ancora una volta unaesperienza positiva. E’ il secondo anno che portiamo direttamente dal karting alla Formula ACI-CSAI Abarth dei piloti giovanissimi, con risultati molto interessanti. Ci sono ancora molti giovani da valutare che abbiamo sotto osservazione, e li terremo sotto controllo indipendentemente dai tre piloti che hanno sostenuto questo corso. E’ importante questa iniziativa perché così possiamo ampliare il monitoraggio sui nuovi talenti che il karting sta esprimendo. Il test dei tre kartisti con la Formula Abarth è andato molto bene, così come quello sostenuto nella stessa occasione dai giovani provenienti dalla Formula Abarth, Luca Ghiotto e l’uruguagio Santiago Urrutia, che per la prima volta hanno provato la Formula 3. E’ stato anche molto importante l’approccio che i piloti hanno avuto con gli ingegneri che la Ferrari Driver Academy ci ha messo a disposizione. Il lavoro fatto fino a questo momento sta dando dei grossi frutti, ed è la dimostrazione che a noi non mancano i talenti, piuttosto manca qualcos’altro, intendo cioè budget importanti, per far debuttare nelle categorie che contano i piloti che noi portiamo avanti nella nostra filiera.”       

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©