Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Il 1 agosto Roccadaspide (Sa) lo spettacolo del Super Motard Race


Il 1 agosto  Roccadaspide (Sa) lo spettacolo del Super Motard Race
30/07/2010, 18:07

 

 

 

L’1 agosto a Roccadaspide, nel salernitano, si terrà la prima edizione del “Super Motard Race”, valida anche come prova del “Memorial Carmine D’Angelo”. Gli appassionati della Supermoto avranno la possibilità di ammirare le gesta dei piloti della specialità, in un circuito cittadino, ricavato in un piazzale riservato all’atterraggio degli elicotteri. L’organizzazione è curata dal Moto Club Sayan presieduto da Massimo Coda, mentre il deus ex machina è il pilota Marco Guerra: “Volevo – dice il rider impegnato nella categoria S1 del Trofeo Motorsannio-Pirelli – portare lo spettacolo delle due ruote nella cittadina del Cilento, dove sono nato e vivo. Tutti i miei amici mi chiedevano cosa fosse una gara di Supermoto. Ho pensato, così, di far vedere dal vivo ai miei concittadini come si sviluppasse una sua prova, invitando tutti i miei avversari che da due anni sfido nel Motorsannio-Pirelli. Devo dire che un conto è partecipare ad una gara, un altro è organizzarla. Le difficoltà maggiori le ho incontrate nella realizzazione dello sterrato, ma grazie agli amici del Moto Club Sayan, sono state superate tutte. Un aiuto fondamentale lo ha dato anche il Comune di Roccadaspide, che non ha voluto far mancare il suo patrocinio. La formula di gara, che ricordo gode della tutela della federazione motociclistica regionale campana, prevede le classiche due manche per ognuna delle categorie che prendono normalmente il via ad una prova di Supermoto. L’evento di domenica sarà anche l’occasione per ricordare l’amico Carmine, scomparso prematuramente a seguito di un incidente in moto”. Tra i piloti che non mancheranno all’appello di Guerra, c’è la “Volpe del Sannio” Enzo Gnerre, che da dieci anni gareggia ed organizza le gare valide per il campionato regionale campano Fmi, il Motorsannio-Pirelli: “Guerra – dice con un sorriso – avrà modo di capire cosa significa curare gli aspetti legati all’organizzazione di una manifestazione sportiva. Anche se sarà una gara fine a se stessa, dove il divertimento e lo spettacolo dovranno prevalere sull’agonismo, scenderò in pista con la voglia di arrivare primo”. Anche “Cavallo Pazzo” Carlo De Feo risponderà presente domenica: “Marco – spiega il pilota di Casalvelino (Sa) – è un caro amico, e nonostante sia periodo di vacanza, disputare una gara è sempre un piacere. Al di là del risultato, conterà offrire al pubblico, che spero sia numeroso, numerose interessanti acrobazie”.

 

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©