Sport / Kart

Commenta Stampa

Il “2. trofeo Pacini” ha inaugurato con successo la nuova stagione agonistica al circuito di Siena


Il “2. trofeo Pacini” ha inaugurato con successo la nuova stagione agonistica al circuito di Siena
02/03/2009, 08:03

Al “Circuito di Siena” di Castelnuovo Berardenga domenica 1. marzo si è disputato il “2 Trofeo Pacini”, gara Nazionale con le categorie 60 Mini, 100 Italia, KZ2, oltre alla prima prova del “Trofeo Rok” per l’area Centro Italia e Lazio, che ha visto il debutto della nuova classe 60 Mini Rok (per ragazzini da 9 a 12 anni) oltre alle consuete Junior Rok, Rok e Super Rok, dove a imporsi è stata anche una ragazza, la perugina Federica Scarscelli, andata a vincere la categoria Rok.

Il weekend di gare, iniziato sabato con un bel sole e una temperatura primaverile, si è concluso in un clima decisamente invernale, con la pioggia a rendere ancor più impegnativa la fase finale. Innumerevoli  le uscite di pista e i duelli in bagarre sull’asfalto bagnato che hanno creato ancor più incertezza per il risultato finale, e le sorprese non sono davvero mancate.

 

La 60 Mini Rok è stata la prima finale del pomeriggio, e ad aggiudicarsi la vittoria in questa nuova categoria per giovanissimi è stato il frusinate Yuri Passa, già vincitore della prefinale, davanti al viterbese Sandro Bacchio (tutti su Tony-Vortex).

 

Nella 60 Mini Nazionale, a prevalere fin dalle prove di qualificazione è stato il senese Danilo Albanese (Alonso-Vortex), che in finale è passato in testa dal secondo giro ed è restato al comando fino al termine. Con il ritiro a 3 giri dal termine del lucchese Riccardo Pera (Tony-Vortex), la seconda posizione è andata all’aretino Jacopo Crott (Tony-Vortex), mentre in terza posizione ha concluso il fiorentino Alessio Piccini (Tony-Iame), figlio del 5 volte campione del mondo Alessandro. A pieni giri hanno terminato anche il rumeno Dionisios Marcu (Top-Vortex), quarto al traguardo, e il romano Giuliano Ridolfi (Top-Vortex).

 

La Junior Rok ha visto il predominio del romano Gianmarco Ercoli (All Kart-Vortex), ma onore al merito alle due ragazze romane che hanno terminato alle sue spalle andando ad occupare le altre due posizioni del podio. Chiara Felici (Tony-Vortex), dopo essere riuscita a installarsi al comando nella prima parte della gara, si è piazzata al secondo posto a 5”970 di distacco, Francesca Raffaelli da parte sua ha mantenuto con autorità la terza posizione terminando a 17”671 dal leader (Tony-Vortex).

 

Nella categoria Rok, che ha avuto ben 34 partenti e la conseguente necessità di disputare due batterie di qualificazione, ha visto un’altra protagonista femminile sugli allori, la perugina Federica Scarscelli (Tony-Vortex) che ha letteralmente sbaragliato la concorrenza andando a conquistare una clamorosa vittoria con un margine di oltre 10 secondi sugli inseguitori. Alle spalle della velocissima Federica, si sono classificati il senese Paolo Pepi (Pcr-Vortex), vincitore di una batteria e miglior tempo in prova, e il frusinate Riccardo Baldoni (Birel-Vortex), autore di una bella rimonta dal 7. posto. Da segnalare la squalifica del romano Stefano Pontesilli (Red Speed-Vortex), settimo sul traguardo, per aver usato un modello errato dei pneumatici rain.

 

Nella Super Rok, la vittoria è andata al romano Simone Cianconi (Alonso-Vortex), in testa nella finale fin dall’inizio. Al secondo posto, a 3”433 di distacco, si è piazzato il livornese Alessio Mordini (Maranello-Vortex), seguito dal pisano Tommaso Castellani (Maranello-Vortex) che ha rimontato dalla 7. posizione precedendo sul traguardo il romano Emiliano Cervoni (Tony-Vortex), vincitore della prefinale.     

 

Nella 125 Italia, categoria con il cambio, a vincere è stato il livornese Simone Simonti (Maranello-Tm), che sul traguardo ha preceduto il pisano Emanuele Ciaponi (Crg-Tm), vincitore della prefinale, e l’aretino Matteo Bazzanti (Energy-Tm). Il perugino Alessandro Alcidi (Maranello-Tm), inizialmente terzo, è riuscito a piazzarsi al 4. posto dopo aver perso un paio di posizioni.

 

Nella KZ2, anche questa categoria con il cambio e ultima gara della giornata, ha visto prevalere il pisano Claudio Tempesti (Crg-Tm), rimasto sempre al comando. Alle sue spalle si sono classificati i grossetani Tommaso Marconi (First-Sgm) e Riccardo Pecchia (Brm-Tm).

 

Le classifiche complete nel sito del Circuito di Siena: www.gokart-siena.it.

 

Il prossimo appuntamento al “Circuito di Siena” è fissato per sabato 7 marzo con il “1. Torneo delle Contrade”, manifestazione di beneficienza che con i kart a 4 Tempi vedrà schierate le 17 rappresentative delle Contrade del famoso Palio di Siena, con squadre formate dai Capitani e Mangini di ogni Contrada. In gara anche una squadra formata dal Sindaco di Siena e dal Presidente del Monte dei Pashi di Siena, ambedue appassionati di karting. L’intero ricavato della manifestazione sarà devoluto all’Associazione Onlus per la maternità e l’infanzia Fondazione Danilo Nannini, intitolata al padre del noto campione di automobilismo Alessandro Nannini.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©