Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Insigne largo, Marek trequartista e Pandev?

Il 4-2-3-1 di Rafa: come cambia il Napoli?


.

Il 4-2-3-1 di Rafa: come cambia il Napoli?
19/06/2013, 12:52

Un cambio di allenatore non è una cosa semplice. Un cambio di allenatore, molte volte, rappresenta un cambio di rotta. Ogni allenatore ha la propria filosofia, la propria idea di calcio e, soprattutto, il proprio modulo di riferimento. Per cambiare allenatore c’è bisogno di progettare, di essere disposti ad investire e costruire una squadra ad immagine e somiglianza del tecnico. E non è neanche detto che il “buono” del ciclo precedente possa rimanere a fare parte integrante del nuovo corso che si è scelto.

Mazzarri ha costruito il Napoli e le vittorie del Napoli su un modulo poco usato nel resto d’Europa, il 3-5-2 (che poi era lo stesso di Reja); ha richiesto i giocatori che potessero rendere efficiente questo modo di stare in campo ed il suo lavoro ha avuto i suoi frutti. Il Napoli, con lui, ha sempre avuto in rosa esterni bassi. Benitez, che ha sposato il 4-2-3-1, usa i terzini bloccati, ruolo che tende a far ricoprire anche da centrali adattati (compito che, ad esempio, Maggio non predilige e nel quale non eccelle) ed ha bisogno di esterni alti: così il calciomercato del Napoli è votato all’inseguimento di calciatori come Cerci e all’acquisto di giocatori come Martens (per il quale è praticamente tutto fatto); poi c’è un Insigne (reduce da un Europeo U21 di altissimo livello) da valorizzare che come ala potrà far vedere maggiormente le sue grandi qualità; e c’è un Hamsik che giocherà da trequartista e potrà mostrare ancora una volta la sua capacità di incursore (e Pandev dovrebbe essere l’alternativa allo slovacco, visto il nuovo modulo). Cavani, se dovesse rimanere, sarebbe ovviamente il terminale offensivo, libero di muoversi e svariare su tutto il fronte d’attacco.

Quello di Benitez è un modulo più votato all’attacco (almeno sulla carta), vedremo che risultati porterà.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©