Sport / Calcio

Commenta Stampa

L'argentino ne infila quattro in un match senza storia

Il Barcellona stende l'Arsenal 4-1 grazie al poker di Messi



Il Barcellona stende l'Arsenal 4-1 grazie al poker di Messi
07/04/2010, 00:04

Al Camp Nou è il 18° minuto quando lo stadio si gela: Bendtner finalizza al meglio un contropiede della propria squadra ed insacca l'1-0 per i gunners. Per il Barcellona la partita comincia in salita. Una salita che però Leo Messi trasforma in discesa da ottovolante nel giro di poco: tre minuti ed un bolide lascia di stucco l'incolpevole Almunia; conti in pari e gambe dei giocatori dell'Arsenal che cominciano a tremare.
Passa qualche altro minuto e, al 37°, la "pulce" impacchetta un altra bomba per gli inglesi: Pedro lo serve sul destro (che è il suo piede "debole") e l'argentino batte per la seconda volta l'estremo difensore britannico con un pregevole colpo sotto: 2-1 e Barcellona risorto. Ma prima del termine della prima frazione c'è il tempo per la terza rete: la difesa dell'Arsenal va in anticipo negli spogliatoi e lascia una prateria all'attaccante blaugrana; facile pallonetto al povero Almunia e secco 3-1.
Gli orogliosi Gunners non riescono a riprendersi e, nel finale, subiscono il goal dell'umiliazione; probabilmente il più bello: ancora una volta il talento sudamericano è lasciato troppo solo e viene servito bene dai compagni. L'argentino si beve agevolmente un difensore ed entra in area, si sposta a sinistra e si porta dietro altri due inglesi, gioco di gambe e tiro che Almunia respinge. La palla torna però a Messi che, ingordo, prende la mira ed umilia l'estremo difensore dell'Arsenal con un tunnel supersonico: Messi-Arsenal 4-1 e poker d'assi servito. Il coro di festa dell'Inter sembra quasi strozzato: i prossimi avversari sono probabilmente i più forti d'Europa.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©