Sport / Calcio

Commenta Stampa

Continuano le polemiche dopo Verona-Brescia di ieri

Il capo degli ultrà del Verona contro Balotelli: "Non è italiano"


Balotelli ha appena lanciato il pallone nella curva dei tifosi del Verona
Balotelli ha appena lanciato il pallone nella curva dei tifosi del Verona
04/11/2019, 11:28

VERONA - Sta assumendo toni curiosi la vicenda iniziata ieri, durante la partita di serie A tra Verona e Brescia. Ad un certo punto, infastidito dai continui ululati razzisti contro di lui, Mario Balotelli ha calciato con rabbia il pallone verso la curva e poi si è avviato verso gli spogliatoi per andarsene. Mentre i compagni lo convincevano a non andarsene, la partita veniva sospesa per alcuni minuti, mentre l'arbitro avvisava la società di far smettere quei cori altrimenti rischiava sanzioni. La partita poi è proseguita senza problemi. Ma dopo la partita un tweet della società Hellas Verona ha riacceso la polemica sui social network, dato che la società diceva che non c'erano stati cori razzisti, supportata in questo dalle dichiarazioni dell'allenatore Juric. 

Ed oggi altra benzina sul fuoco viene versata dal capo degli ultrà veronesi, Luca Castellini che - intervistato dall'emittente Radio Cafè - ha detto: "Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano" e poi ha aggiunto: "Ce l'abbiamo anche noi un negro in squadra, che ha segnato ieri, e tutta Verona gli ha battuto le mani". Non contento, Castellini ha anche provocato: "Ci sono problemi a dire la parola negro? Mi viene a prendere la Commissione Segre perché chiamo uno negro? Mi vengono a suonare il campanello?". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©