Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AVVERTIMENTO

Il Chelsea ai suoi tifosi: "Evitate Forcella e"...


Il Chelsea ai suoi tifosi: 'Evitate Forcella e'...
17/02/2012, 11:02

Il Foreign Office, il Ministero degli Esteri di Londra, lancia le solite avvertenze ai circa tremila tifosi del Chelsea pronti ad imbarcarsi per Napoli. «Prudenze nel centro storico e se potete non muovetevi da soli». Un elenco di consigli, «travel advice» ma nessun allarme, niente esagerazioni. Anche alla luce di quello che è successo mercoledì sera a Milano tra la polizia e sostenitori dell’Arsenal, sul sito dei Bleus fanno la loro apparizione una serie di saggi consigli per chi è pronto per il viaggio, come quello di essere prudenti – e se possibile di evitare – Forcella, la zona del centro storico e della stazione centrale.
Ricompare, come prima della trasferta del Manchester City in Campania anche la mappa della città con la zona della stazione Marittima evidenziata con un cerchietto (sarà il punto di ritrovo per i bus fin dalla sera prima) e alcuni punti della città. Napoli, quel giorno, sarà zeppa di polizia e di agenti in borghese e la tensione è destinata a salire con il passare delle ore.
Il Chelsea intanto ospita domani allo Stamford Bridge, per il quinto turno di Fa Cup, il Birmingham, squadra che milita nella First Division. Non è stata una vigilia tranquilla per il Chelsea. In settimana Abramovich ha avuto un acceso confronto con l’allenatore Villas-Boas per i deludenti risultati ottenuti dalla squadra in Premier League. Il magnate russo avrebbe dato una sorta di ultimatum al tecnico portoghese ponendo la qualificazione ai quarti di Champions come unica soluzione per evitare l’esonero, con il guru olandese Hiddink pronto a subentrare. Il Chelsea infatti si trova, assieme all’Arsenal, al quarto posto a -17 dalla capolista Manchester City.
Anche all’interno dello spogliatoio la situazione non sembra essere delle migliori. Appaiono eloquenti le dichiarazioni a tal proposito di Villas-Boas: «Non importa che la squadra segua il mio progetto, solo il parere del presidente è importante». L’allenatore lusitano ha espresso tutto il suo disappunto per gli articoli apparsi su un litigio con i senatori della squadra: «Abbiamo avuto un normale confronto, niente di drammatico. Abbiamo capito che le responsabilità di questo momento negativo sono di tutti e vogliamo lavorare per migliorare. Alcuni giocatori si sentono ancora via sms con Mourinho? Non è un problema. Anche io lo faccio con quelli del Porto». Villas-Boas ha provato a tranquillizzare l’ambiente: «I nostri supporter meritano una reazione decisa della squadra. Siamo i primi ad essere poco soddisfatti dei risultati e siamo decisi a dare una svolta alla nostra stagione». Le uniche buone notizie per il Chelsea arrivano dall’infermeria. Il capitano Terry infatti ha completato la prima settimana di lavoro con la squadra dopo l’infortunio. Destano ancora qualche preoccupazione le condizioni di Ashley Cole il cui utilizzo contro il Napoli è dato al 50 per cento.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©