Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL MATTINO

Il Chelsea punta tutto sulla Champions, sarà dura


Il Chelsea punta tutto sulla Champions, sarà dura
19/02/2012, 09:02

Tutto di un fiato. Come sempre. A fine partita la corsa verso l’aeroporto. Il rientro a Napoli in piena notte. Poche ore di sonno con l’adrenalina post partita che non si smaltisce facilmente. Ieri mattina sul campo a Castelvoltuno a dirigere l’allenamento, poi di corsa a casa a Pozzuoli per guardare in tv la partita del Chelsea e trarre le indicazioni per il match di martedì sera in Champions.
E l’intervista rilasciata a Sky. «Ho sempre avuto il mio Napoli, non ho mai avuto nessun problema. Chi fa calcio da tanti anni sa che gli episodi incidono in un momento o in un altro. In questo momento con gli episodi ci va tutto bene, prima ci andava tutto male. La squadra ha sempre giocato bene, ha quasi sempre prevalso sugli avversari, ha avuto solo la sfortuna, a volte, di subire gol alla prima occasione, questa volta l’abbiamo fatto, sia con la Fiorentina che con il Chievo. Le prestazione del mio Napoli sono sempre state in linea, più o meno, con un certo rendimento, con un certo gioco. Quindi, per un allenatore, è quello che conta».
Una nota lieta, il Napoli non prende gol da quattro partite consecutive e ha ritrovato la solidità difensiva. Rosati non ha incassato gol a Firenze, De Sanctis era rimasto imbattuto contro Cesena, Milan e Chievo. «Abbiamo ritrovato quel pizzico di paura degli avversari che avevamo nei due anni precedenti. Da quando siamo arrivati in Champions, probabilmente inconsciamente, era scattato qualcosa di diverso nella testa dei nostri giocatori in fase difensiva. Siamo stati un pochino più attenti, dato che qualche volta abbiamo pagato per qualche leggerezza che abbiamo fatto. Da questo punto di vista, si è risistemata la fase difensiva ma, al di là di questo, ripeto, il Napoli ha sempre fatto, o quasi, qualcosa in più dell’avversario», ha spiegato il tecnico.
Non si fida neanche un po’ del Chelsea, Mazzarri non si fa distrarre dagli ultimi risultati negativi, sa che troverà di fronte un avversario motivatissimo e pericoloso sotto tutti i punti di vista. «Per assurdo, il Chelsea che sta soffrendo in campionato, riporrà tutte le attenzioni sulla Champions. Ha giocatori che sono abituati a fare certi tipi di partite e, quindi, sarà una partita terribile. Ci sono dei valori che non possono non essere riconosciuti della squadra avversaria e, quindi, sarà una doppia partita terribile. Per superare questo turno bisognerà fare qualcosa di eccezionale, come siamo ormai abituati a fare da diverso tempo».
L’allenatore azzurro non si fa distrarre nemmeno dalla tensioni che ci sarebbero a Londra tra Villas-Boas e il gruppo. «Se anche ci fosse qualcosa, in certe partite si ricompatta da solo il gruppo, perché ogni giocatore a quei livelli ha interesse a passare il turno, andare avanti in Champions. Al di là del rapporto che ci può essere con l’allenatore, sono i campioni, sono i grandi giocatori che sono allenati a fare certe partite e che possono fare la differenza». La grande notte che non potrà vivere in panchina, Mazzarri squalificato per due turni dovrà andare in tribuna. «Questa è una cosa brutta, questa sentenza è stata proprio sbagliata. Mi procura fastidio, non tanto per me, perché sono ormai abituato a fare certe partite, ma per quanto avrei potuto dare ai miei giocatori fino al 95esimo. Sono convinto che i miei ragazzi daranno tutto come hanno sempre fatto in ogni partita. Queste sono partite nelle quali si caricano da soli. Da un punto di vista della concentrazione e dell’adrenalina non ci saranno problemi. Poi, bisognerà fare i conti con l’avversario».

FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©