Sport / Vari

Commenta Stampa

Di Palo: "Orgogliosi di questa partecipazione"

Il Circolo Canottieri si prepara alle regate del Tamigi


.

Il Circolo Canottieri si prepara alle regate del Tamigi
26/03/2010, 00:03

NAPOLI - Il Circolo Canottieri Napoli per la prima volta nella sua storia partecipa con due equipaggi alle Regate sul Tamigi. Sabato si svolgerà la regata open che vede la partecipazione di 400 equipaggi provenienti da tutto il mondo con soli tre italiani : quello del Lario Sinigallia di Como, quello del Circolo Nautico Posillipo e quello del Circolo Canottieri Napoli.
In questa gara di fondo sulla distanza di 7 Km. il circolo del Molosiglio mette assieme i suoi giovani campioni come Matteo Castaldo (3 partecipazioni a campionati mondiali e 4 titoli italiani conquistati), Stefano Correale (3 partecipazioni a campionati mondiali e 3 titoli italiani) e Simone Ponti (2 partecipazioni a campionati mondiali, 1 partecipazione a campionati europei e 1 titolo italiano) l’esperienza di Mario Palmisano (4 alle Olimpiadi di Sidney, medaglia d’oro ai mondiali del 2004 nel due con e ben 11 partecipazioni a campionati mondiali, 10 titoli italiani) e i grandi campioni del passato come Davide Tizzano ( oro olimpico a Seul e ad Atlanta, oro mondiale junior nel 1985 e 10 titoli italiani), Cristiano Clariazia (5 titoli italiani), Graziano Hauber (argento agli europei e 5 titoli italiani) e Nicola Formicola (3 titoli italiani). Timoniere Vincenzo Di Palma mentre l’allenatore è Aldo Calì. Domenica invece è prevista la regata master con 203 equipaggi partecipanti e con la Canottieri che mette in gara un equipaggio composto da Nicola Formicola, Andrea Cirino Pomicino, Giuseppe Di Palo, Antonio Stozzetti, Cristiano Clarizia, Enzo Casizzone, il giudice Franco Roberti e Antonio Gianni. Timoniere Paolo Iorio.
“Siamo orgogliosi di questa partecipazione, siamo riusciti a mettere assieme l’entusiasmo dei giovani, l’esperienza di un campione come Mario Palmisano, che finalmente è tornato con noi, e la grande forza dei nostri campioni del passato- dice Giuseppe Di Palo consigliere al canottaggio del circolo Canottieri Napoli- questa regata, che pure non ha una grande valenza tecnica perché disputata su una distanza non olimpica, ha però un fascino incredibile per cui siamo determinati a fare bella figura”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©