Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Il convoglio Mazda arriva a Mosca


Il convoglio Mazda arriva a Mosca
05/09/2013, 13:37

Mosca, Russia, 2 Settembre 2013. Il convoglio del  “Mazda Route3 – Hiroshima to Frankfurt Challenger Tour 2013” ha raggiunto in piena sicurezza Mosca dopo circa 12.500 km e 23 estenuante giornate di guida. Le otto Mazda3 parte della spedizione, dimostrando di essere estremamente robuste ed affidabili,  si sono comportate egregiamente.  Esattamente come da programma, le vetture continuano oggi il loro viaggio in direzione ovest.I momenti più interessanti sono stati: una sosta nella central elettrica più grande di tutta la Russia e la guida su un tratto del Chuysky Tract, una delle strade più antiche del mondo.  I partecipanti al tour si sono fermati sul lago Chany, un grande specchio di acqua dolce che I locali sostengono sia la casa di un mostro mangiatore di uomini.Andando ancora verso ovest, i team Mazda3 hanno visitato le Kungur Ice Caves, piene di caverne tentacolari e di bizzarre formazioni di ghiaccio. Attraversando la catena degli Urali dall’Asia all’Europa, si sono fermati presso due delle più famose fortezze Russe, chiamate “kremlins” – a Kazan e Nizhny Novgorod – prima di arrivare venerdì sera nella capitale Russa. Qui hanno partecipato al Festival della Velocità, la risposta Russa al Festival Inglese di GoodWood, dove il convoglio Mazda Route3 ha letteralmente rubato la scena dell’evento di quest’anno,  se non in pista certamente nel cuore dei 10.000 spettatori del complesso sportivo Moscow’s Luzhniki. Un entusiasmo che ricorda la calda accoglienza da parte dei Mazda3 locali sia ai partecipanti al tour che alle loro vetture – in tutte le soste lungo il percorso.

 Tutto considerate, le nuove Mazda3 hanno retto molto bene alla prova delle  strade Russe, spesso fatiscenti, non asfaltate,  piene di buche pericolose e anche … ai frequenti scoppi dei pneumatici.  Anche un incontro con benzina contaminata e con una roccia delle dimensioni di un cocomero non è riuscito a bloccare la vettura n° 7.L’ultimo gruppo di partecipanti affronta oggi la strada per la settima tappa del tour che li porterà a percorre i finali 2,500Km attraverso tre capitali Europee – Minsk, Varsavia e Berlino – fino al Salone internazionale di Francoforte dove verranno esibite anche le otto vetture protagoniste di questa impresa.Jerome de Haan, Direttore di Mazda Motor Europe PR afferma: Le due cose che trovo più importanti di questo viaggio sono, in primo luogo quanto siano affidabili e sicure le nostre vetture considerando condizioni stradali che sono state peggio di quanto ci si aspettava, e anche di quanto siano state accoglienti le persone incontrate. Ovunque le squadre Mazda3 vanno, la gente sorridere e festeggia il loro arrivo. Le Mazda3s sono una vera attrazione. "

 

 

Mazda Route3

Un mezzo giro del mondo partendo dalla fabbrica in Giappone per arrivare al 2013 International Motor Show (IAA) in Germania: Il tour di 15,000km “Mazda Route3 – Hiroshima to Frankfurt Challenger Tour 2013” è la dimostrazione concreta dell’approccio di Mazda a sfidare le convenzioni. E’ la terza volta che i modelli Mazda sono stati sottoposti ad un test su strada di tipo estremo, infatti spedizioni simili a questa sono state organizzate sia nel 1977 che nel 1990. Questa volta, otto berline di nuova generazione – guidate da team di giornalisti, blogger e fan di Mazda dall’Europa e oltre, hanno oltrepassato nove fusi orari  su percorsi imprevedibili attraverso paesaggi mozzafiato e infinite differenze culturali. La parte via terra del viaggio è stata suddivisa in sette tappe attraverso Russia, Bielorussia e Polonia.L’avanzata del convoglio Mazda Route3 – che arriverà il 7 Settembre a Francoforte – può essere seguita online sul sito www.mazdaroute3.eu o via Twitter a #mazdaroute3.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©