Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il Mattino: Al San Paolo ingressi facili


Il Mattino: Al San Paolo ingressi facili
10/06/2011, 11:06

Se ne sono accorti lo scorso mese di febbraio e da allora l’inchiesta ha fatto registrare riscontri concreti. Lì, in tribuna d’onore, nella zona riservata alle «eccellenze» cittadine si poteva accedere anche grazie pass falsificati. Punto di svolta dell’inchiesta, il 20 febbraio scorso, in campo Napoli-Catania partita vinta 1-0 dagli azzurri con gol di Zuniga.

Al varco più importante del San Paolo, lì in tribuna d’onore, arriva un personaggio che sfodera un accredito fresco di stampa, molto simile agli originale, rigorosamente falso. Un'indagine che consente già da qualche mese di accendere i riflettori sugli ingressi al San Paolo e in tribuna d'onore. Una indagine nata proprio grazie a una denuncia firmata dal penalista Fabio Fulgeri, per conto della società calcio Napoli, che aveva riscontrato la presenza di sconosciuti nel corso delle partite casalinghe del Napoli nell’impianto di Fuorigrotta.

Finti pass per entrare nel gotha, quanto basta a riproporre l’attenzione sulla porosità del San Paolo. Qualche giorno fa, il caso di Antonio Lo Russo a bordo campo a tifare Napoli, poi la denuncia del capo della Mobile Vittorio Pisani, che ha parlato di boss in tribuna d’onore (a proposito della presenza di Ornello Caterino, fratello di Massimiliano, quest’ultimo legato ai casalesi di Michele Zagaria).

San Paolo poroso, stadio vulnerabile. In passato ci sono state segnalazioni di strani maneggi di dipendenti infedeli che avrebbero agevolato l’ingresso a bordo campo, ma anche in tribuna d’onore di soggetti a rischio. Ma come funziona il sistema di ingresso? Chi disciplina i posti in tribuna d’onore? Andiamo con ordine, a partire da numeri e responsabilità. Tribuna autorità e d’onore In totale sono 500 i posti tra tribuna autorità e tribuna d’onore allo stadio San Paolo, tutti lato inferiore.

La tribuna autorità è quella più centrale con 150 posti dove si siedono De Laurentiis, la moglie Jaqueline, i dirigenti del Napoli, quelli della squadra ospite, i tesserati del Napoli (quelli squalificati o non disponibili per la partita) e quelli avversari. Gli altri posti sono riservati a vip e agli sponsor: sono tutti biglietti-invito nominativi gestiti dal Calcio Napoli e distribuiti ai botteghini dello stadio San Paolo. Biglietti d’invito con nome e cognome che vanno poi controllati agli ingressi dagli steward attraverso l’esibizione del documento d’identità.

Sono due le tribune d’onore allo stadio San Paolo, ai lati di quella autorità, ogni settore prevede 170 posti a sedere. Quella alla sinistra verso la curva B è gestita dal Napoli: 40 biglietti sono messi in vendita dalla società attraverso il sistema on line, gli altri 130 sono distribuiti tra gli sponsor del Napoli (quelli tecnici e quelli commerciali), tessere Figc e altri invitati del calcio Napoli. I biglietti messi in vendita sono quelli tradizionali con nome e cognome che devono passare attraverso i tornelli, gli altri sono i biglietti-invito del Napoli.

La tribuna d’onore a destra è gestita dal Comune di Napoli: spettano due biglietti a testa ai consiglieri comunali, agli assessori comunali e a quelli regionali. L’elenco del Comune viene smistato al Napoli che poi procede all’elaborazione dei biglietti che vengono consegnati ai botteghini dello stadio.

Fonte: Il Mattino

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©