Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il Mattino: dallo Zenit offerta stellare ad Hamsik


Il Mattino: dallo Zenit offerta stellare ad Hamsik
26/11/2010, 15:11

Il Napoli si muove sul mercato per rafforzarsi a gennaio ma intanto deve prendere atto anche dell’interessamento di grandi club europei per i suoi assi. Ad esempio, Marek Hamsik. Non solo il Manchester United, di cui si parla da tempo. Ieri è venuto fuori il nome dello Zenit San Pietroburgo, la squadra guidata da Luciano Spalletti che ha appena vinto il campionato russo e che ha una voglia matta di fare bene anche nella prossima Champions League. Proprio Spalletti avrebbe caldeggiato l’acquisto di Hamsik e lo Zenit, controllato dal colosso petrolifero Gazprom, offrirebbe al Napoli trenta milioni di euro e al capitano della Slovacchia un ingaggio da sei milioni all’anno. Offerte da brividi, anche se il presidente De Laurentiis ha più volte ribadito il concetto che i fuoriclasse azzurri resteranno nel Napoli. I rinforzi, dicevamo. Incontro in un albergo di Vietri sul mare: sul tavolo il futuro di Lacina Traorè, attaccante ivoriano in forza al Cluj, squadra romena che sta disputando la Champions League. A discuterne alle porte della Costiera amalfitana i dirigenti di Napoli e Cluj, per definire i dettagli del passaggio del ventenne talento, inseguito però da squadre di mezza Europa. La cifra non è altissima, 6 milioni di euro. Il Napoli però vorrebbe evitare sgradite aste e assicurarsi il giocatore sin da adesso. Difficile che arrivi già a gennaio, più probabilmente a giugno. Traorè con i romeni ha ancora un anno di contratto, in scadenza a giugno 2012. Lo cercano anche il Bayern Monaco e il Rennes. Ma il Napoli ha aperte altre due piste sugli attaccanti stranieri. E portano entrambe in Olanda. C’è innanzitutto Ricky van Wolfswinkel dell’Utrecht: l’ariete 21enne (è altro 1,85 cm) per molti è il nuovo Makaay. C’è la Juventus sulle sue tracce, ma soprattutto il Chelsea di Ancelotti (oltre a Liverpool e Tottenham). Deve mettere ancora un po’ di muscoli, ma in tanti lo danno come il centravanti titolare dell’Olanda del futuro (molto) prossimo. Poi, Tim Matavz, per il quale c’è stato un interessamento già nello scorso settembre. Lo sloveno- già titolare della sua nazionale - è giovane, 21 anni, ha una discreta esperienza internazionale, gioca nel Groningen. Il giocatore avrebbe anche già raggiunto un’intesa economica con il Napoli. Resterebbe, cosa non secondaria, parlare con il Groningen per il suo cartellino, visto che il suo contratto scade nel 2012. Ma il prezzo, sotto i cinque milioni di euro, dovrebbe essere abbordabile per il club azzurro. Pericolo di un’asta anche qui: il Napoli dovrà stringere i tempi. In difesa invece sembra allontanarsi Ruiz. Troppo estenuante il tira e molla, anche per il disturbo di altre società. Al Napoli serve un difensore, preferibilmente di piede sinistro. Gli ultimi problemi di Aronica hanno evidenziato, se ce ne fosse stato bisogno, la mancanza di alternative in quel ruolo. E allora i nomi in difesa sono sempre gli stessi, dal bolognese Britos all’argentino Braghieri, a Criscito, obiettivo già più difficile.

Fonte: Il Mattino

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©