Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

POTENZIALMENTE DECISIVI

Il Mattino: Hamsik-Lavezzi-Cavani, a voi il Bayern


Il Mattino: Hamsik-Lavezzi-Cavani, a voi il Bayern
01/11/2011, 12:11

Si ricompone il tridente delle meraviglie per sfidare l'insuperabile difesa del Bayern. Hamsik-Lavezzi e Cavani vanno all'assalto di Neuer, il portiere dei record. Solo una squadra è riuscita a far gol all'Allianz Arena, il Borussia Monchengladbach, prima partita di Bundesliga il 7 agosto. Da allora altre cinque gare di Bundesliga, una di coppa di Germania e una di Champions League (la vittoria 2-0 sul Manchester City), tutte vittorie e ben ventinove reti all'attivo. Tre mesi di successi e soprattutto tre mesi con la porta inviolata. Chiamati a un'impresa i tre attaccanti del Napoli, ci riuscirono già a Manchester contro il City: fu Cavani a far gol alla formazione di Mancini. E si resero pericolosissime anche le altre due punte: Lavezzi colpì la traversa nel primo tempo e un tiro Hamsik nella ripresa fu salvato sulla linea. I tre attaccanti fin qui letali in Champions: contro il Villarreal al San Paolo segnarono Hamsik e Cavani su rigore. E contro gli spagnoli Lavezzi regalò l'assist della prima rete allo slovacco e si guadagnò il rigore per il raddoppio del Matador. Sempre insieme in Champions e nelle gare importanti di campionato, eccezion fatta per quella del «Meazza» contro l'Inter per l'infortunio di Cavani. E Napoli sempre all'altezza della situazione, Napoli imbattuto in Champions con i tre tenori e vincente in campionato contro Milan e Udinese. In questa fase quello che gira a mille è Lavezzi, il più in forma di tutti e pronto a rispondere alla convocazione dell'Argentina, la prima del nuovo selezionatore Sabella. Cavani si è sbloccato a Catania dopo un mese di digiuno in campionato, ma non è quello dei giorni migliori. Mazzarri lo ha tenuto sempre in campo nonostante la flessione e ora spera di ritrovarselo al massimo per la supersfida di Champions League. Cavani che è atteso a un altro tour de force: ci sarà la Juventus in campionato e la sfida con il Cile per la qualificazione mondiali per Brasile 2014 (poi l'amichevole di lusso con l'Italia del 15 novembre all'Olimpico). Fase di appannamento anche per Hamsik, quello che nel 2011 ha giocato più di tutti ed è apparso sotto tono nelle ultime partite, anche contro l'Udinese fu il peggiore tra gli azzurri. L'unico dei tre attaccanti ai quali Mazzarri ha imposto il turn over mandandolo in panchina sia a Cagliari che a Catania. Ma il riposo non ha giovato più di tanto allo slovacco anzi gli ha fatto perdere ancora più il ritmo. Occasione di riscatto in Champions League.
Bagno di folla per Marek ieri mattina ad Aversa mentre faceva shopping con la moglie Martina. La Champions League vetrina d'eccezione per le tre stelle del Napoli che fanno sempre gola ai club inglesi e spagnoli. Cavani, Lavezzi e Hamsik si sono messi in luce contro Manchester City, Villarreal e all'andata con il Bayern ma questo contro l'Allianz Arena sarà il classico esame di laurea. Difesa fortissima, portiere insuperabile, uno stadio da brividi, una squadra fortissima. Gli attaccanti azzurri contro i fenomeni del Bayern già ammirati al San Paolo. Proveranno a colpire ma dovranno anche pensare con attenzione alla fase difensiva, al lavoro in fase di non possesso. Cavani, Lavezzi e Hamsik sono chiamati a sostenere la stessa partita di City contro il Manchester e in casa al San Paolo contro il Bayern, due partite di grande sacrificio per i tre tenori che si trasformarono nei primi difensori aggiunti mettendosi al servizio della squadra. Mazzarri si affida ai tre attaccanti per mettere paura al Bayern Monaco, una notte da sogno: la grande occasione per cancellare la sconfitta di Catania. Sabato Cavani segnò, Lavezzi fu l'ultimo ad arrendersi, Hamsik entrò nel finale di partita ma non incise. Ora tutti e tre ripartono dal primo minuto e inseguono un gol per la storia, in palio c'è un colpo a Monaco e la qualificazione agli ottavi di Champions.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.