Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UN AMORE FOLLE

Il Mattino: "Lavezzi fa impazzire il San Paolo"


Il Mattino: 'Lavezzi fa impazzire il San Paolo'
27/02/2012, 09:02

Un’altra notte magica per il Pocho. Dopo la rete alla Fiorentina e la doppietta al Chelsea in Champions League, il gol, bellissimo, all’Inter. Un’altra perla, esecuzione da colpo di biliardo, un destro che finisce nell’angolino più lontano: l’argentino chiude alla perfezione una splendida incursione di Dzemaili e un passaggio al bacio dell’ex parmense.
Un contropiede perfetto, arma letale della squadra di Mazzarri, aperta così l’ermetica difesa della squadra di Ranieri. Terza vittoria consecutiva in campionato, dopo quelle con Chievo e Fiorentina, ora il Napoli è quinto, scavalcata la Roma.

"Una vittoria importante, cominciare a fare bene in campionato dà fiducia per lottare per i primi posti, noi vogliamo tornare a competere per i primi posti. Bisogna lavorare con umiltà e cercare di fare quello che abbiamo fatto finora. Occorre pensare partita dopo partita, cercare di ottenere sempre il massimo, e non bisogna porsi nessun obiettivo, cioè non bisogna pensare all’obiettivo finale", dice Lavezzi. Il San Paolo impazzisce per Lavezzi, straordinario protagonista contro una squadra che da sempre lo tiene sotto osservazione, l’Inter, in pienissima crisi in campionato.
Sesto gol in campionato, la media realizzativa che migliora sempre più. Bravo anche in questo Mazzarri: il Pocho sempre fondamentale per dribbling, scatti e fantasia difettava nelle conclusioni pur dando sempre uno stroardinario contributo alla squadra. Ora al tiro è più lucido. E contro l’Inter è stato addirittura lucidissimo, giusto un attimo per pensarci e la palla la va a mettere nell’unico punto dove Julio Cesar non può arrivare, la splendida conclusione di un’azione bellissima.

"Cosa mi è accaduto che ora segno sempre nelle ultime uscite? Non lo so. È arrivato mio figlio, forse è meglio che lo faccio rimanere, mi porta fortuna. Io lavoro per segnare, una cosa che mi manca essere preso in fase di finalizzazione, quotidianamente m’impegno per migliorare quest’aspetto”, spiega l’argentino. Un altro segnale importante, la rimonta continua. Un altro segnale importante del Pocho che da una settimana è tornato più in forma che mai.
Un gol alla Fiorentina, il terzo degli azzurri, un’irresistibile azione personale, una cavalcata di quaranta metri palla al piede. Poi le due reti al Chelsea, la prima e l’ultima della magica notte di Champions. Ora il gol all’Inter, il quarto in dieci giorni. Superato il momento di appannamento, dopo l’infortunio muscolare rimediato a metà dicembre contro la Roma, Lavezzi ha avuto qualche difficoltà alla ripresa. Un paio di partite sotto tono e qualche panchina, adesso è tornato al top della forma. Un leader, uno dei più amati dalla gente. Fa un figurone contro i connazionali Milito e Cambiasso, risponde sul campo alla mancata convocazione di Sabella per il match amichevole di mercoledì dell’Argentina che vedrà invece la presenza di Campagnaro e Fernandez. In questo momento la Seleccion per il Pocho è sempre di più il Napoli. Presente e futuro, Lavezzi ha tutta l’intenzione di restare e in settimana anche De Laurentiis ha lanciato un messaggio chiaro.
Con l’argentino si potrebbe riaprire un discorso, parlare di rinnovo di contratto eliminando la clausola rescissoria. "Il mercato? Penso solo al Napoli", dice il Pocho.
Un’autentica ovazione dei tifosi accompagna la sua uscita dal campo, il Napoli resta in dieci per l’espulsione di Aronica e Mazzarri sostituisce il Pocho con Britos. Lavezzi ha grande fiducia. "Per il terzo posto ci siamo anche noi, lavoriamo per questo". La sfida è lanciata.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©