Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UN TURNO IN CHAMPIONS

Il Mattino: "Mazzarri, ecco la squalifica"


Il Mattino: 'Mazzarri, ecco la squalifica'
15/12/2011, 10:12

Cresce l'attesa per il sorteggio degli ottavi di finale di Champions in programma domani a Nyon (ore 12). Sei le squadre che il Napoli può pescare dall'urna. Real Madrid e Barcellona, Arsenal e Chelsea, il Benfica e la cipriota Apoel Nicosia, vera sorpresa di questo torneo e per nulla oscuro oggetto del desiderio del sorteggio. Per regolamento gli azzurri non potranno incontrare il Bayern Monaco, inserito nello stesso girone del Napoli, e l'Inter perché le formazioni della stessa nazione non possono affrontarsi negli ottavi di finale.
Il Napoli giocherà la gara di andata al San Paolo a febbraio 2012. In quell'occasione non siederà sulla panchina Walter Mazzarri squalificato per un turno dopo l'espulsione rimediata a Villarreal. La decisione, già presa dall'Uefa, sarà ratificata a gennaio. Il ritorno è in programma tra il 6 ed il 14 marzo 2012. Indubbiamente Barcellona, impegnato in Giappone per la Coppa del Mondo per Club, e Real Madrid, capolista assieme al Barça della Liga spagnola, rappresentano gli ostacoli da evitare per il Napoli. Un gradino più sotto il rigenerato Chelsea di Villas Boas. L'erede di Mourinho, dopo aver sfiorato un clamoroso esonero, ha guadagnato il primo posto nel girone di Champions annientando il Valencia e tolto l'imbattibilità in Premier League al Manchester City di Mancini. Poi c'è l'Arsenal di Wenger. Squadra di rango e ricca di giovani talenti, capitanati dall'olandese Van Persie (19 gol in 21 gare), ma con tanti infortunati. Per tre mesi sarà out il difensore brasiliano Andre Santos. Indisponibili anche i laterali difensivi Gibbs e Sagna. In testa alle preferenze nell'urna magica di Nyon, ci sono dunque il Benfica, incontrarla sarebbe una rivincita dopo l'eliminazione subita nel 2008-2009 nel primo turno di Coppa Uefa, e soprattutto l'Apoel Nicosia. La squadra allenata dal serbo Jovanovic, è una multinazionale con un solo cipriota in formazione, il numero 10 Charalambidis.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©