Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Il Mattino: "Napoli, che colpo! Scatto Champions"


Il Mattino: 'Napoli, che colpo! Scatto Champions'
26/04/2012, 13:04

A un punto dalla Champions. In quattro giorni, conquistando sei punti, il Napoli si è clamorosamente riavvicinato al terzo posto. A una lunghezza dalla Lazio, più su di Udinese, Inter e Roma. Colpo esterno a Lecce a 52 giorni dall'ultima vittoria esterna, quella di Parma. I giallorossi di Cosmi sono terzultimi, però erano reduci da una serie ampiamente positiva. Mazzarri è riuscito a interromperla con la sua squadra,ritrovata sotto tutti i punti di vista. Dal primo al quarto minuto di recupero visono stati il gioco,l'equilibrio, l'intensità, la condizione fisica. E i gol, quelli di Hamsik e Cavani, in apertura dei due tempi. Per la seconda partita consecutiva De Sanctis non ha incassato reti e questo è un altro confortante segnale in vista della volata finale per la posizione che assicura la partecipazione al preliminaredella più prestigiosa competizione europea,dalla quale il Napoli è uscito il 14 marzo, perdendo contro il Chelsea finalista della Champions 2012. Non c'è tempo per festeggiare perché tra due giorni c'è la partita all'Olimpico contro la depressa Roma: l'occasione per accelerare ancora, prima di tre agevoli appuntamenti finali fissati dal calendario. Diventa esaltante l'ultima fase della stagione che sichiude il 20 maggio con la finale di Coppa Italia.Il Napoli è stato impeccabile e facile non era perché il Lecce siè presentato chiuso con una mediana composta da cinque uomini
I gioielli di marca Udinese, Muriel e Cuadrado, inseguiti anche dallo staff di De Laurentiis,sono rimasti a guardare: l'attaccante è stato sostituito dopo un'ora tra i fischi, l'esterno colombiano è stato annullato dal suo dirimpettaio e connazionale, Zuniga, tra i migliori in campo con Hamsik,Cavani,Dzemaili e Cannavaro,che dopo aver segnato al Novara si è esibito da «assistman», offrendo al Matador il pallone per il2-0.Un gol di prestigio,il centesimo dell'uruguaiano da quando è in Italia. In apertura di partita c'è stato il colpo di Hamsik,un tiro al volo di destro sulla punizione di Inler (5'), una di quelle prodezze tecniche che per fortuna ancora si vedono sui campi e valgono il prezzo del biglietto. Il Napoli non s'è chiuso e anzi si è spinto con equilibrio in avanti, sfruttando la duttilità di Dzemaili e il sacrificio di Hamsik,per cercare di accorciare il distacco dalla Lazio. La notizia del ko dei biancocelesti ha fatto capire alla squadra che questa è la grande occasioneda cogliere per puntare alla piazza d'onore in classifica. Maggio e Zuniga hanno spinto con forza sui lati, Hamsik e Cavani hanno cercato i varchi buoni e vi sono state tre palle gol (tiro a lato del Matador al 22', Maggio anticipato da Tomovic al 23' e respinta con ipugni di Benassi su Dzemaili al 42'), mentre il Lecce è stato messo in condizione di non incidere: una sola palla per Muriel su servizio di Cuadrado, sprecata con un tiro facilmente bloccato da De Sanctis. A fare la differenza non sono stati gli eccellenti solisti di cui dispone Mazzarri (erano rimasti a casa Lavezzi per problemi fisici e Pandev per squalifica), ma il senso tattico che il Napoli ha recuperato dopola pesante flessione avvertita per lo choc londinese: squadra più corta e rapida, quel passo che potrebbe fare la differenza come spesso è accaduto in primavera alle squadre guidate dal toscano.Il gol in contropiede di Cavani, attivato da Cannavaro dopo l'errore di Muriel a centrocampo,ha chiuso la partita perché il Lecce non è riuscito a sfruttare quell'ampio spezzone a disposizione. E il corso della partita non è cambiato con l'inserimento di Bojinov, perché il Napoli l'ha gestita agevolmente, sfiorando con Cavani e Dzemaili il terzo gol. C'è stato spazio ancheper Fernandez eVargas,due investimenti fatti da De Laurentiis per il futuro. Il difensore argentino ha preso quasi subito le misure del rapido Di Michele, il cileno è apparso ancora indietro: se Edu è un talento, deve crescere. E il suo momento non è sembrato questo.
FONTE: IL MATTINO
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©