Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

MERITO DI PONDRELLI

Il Mattino: "Napoli, il segreto è la preparazione"


Il Mattino: 'Napoli, il segreto è la preparazione'
24/11/2011, 10:11

Da sempre la preparazione atletica è uno dei pallini ma anche uno dei punti di forza delle squadre allenate da Mazzarri. Nel Napoli il «guru» è Giuseppe Pondrelli, emiliano di Budrio, al fianco del tecnico da quando lo ha conosciuto nelle giovanili del Bologna. Tutti lo chiamano il «prof», lui è un preparatore atletico molto stimato, che miscela il lavoro «a secco» (corse nei boschi, giri di campo e altri esercizi atletici senza pallone) e quello con palla.
Pondrelli ha con sé un notebook nel quale custodisce i segreti di 15 anni di attività e anche i dati dei calciatori azzurri. Le schede sono aggiornate con i test di Lavezzi & c. Pondrelli stila le tabelle per la squadra e quelle per ciascun calciatore e ha teorizzato il riscaldamento diversificato per calciatore e reparto. Il suo lavoro è concertato con Mazzarri e Corrado Saccone, altro preparatore, ex maratoneta, che si occupa più specificamente dell’aspetto atletico, aerobico dei giocatori, lavorando spesso in palestra.
Quest’estate, a Tarvisio, la preparazione è stata giudicata «ottima» dallo staff azzurro. «Si lavora più sulla qualità dovendo recuperare lo sforzo della partita e provando a mantenere omogenea la condizione dell’organico», ha confidato di recente Pondrelli, che si avvale anche dell’apporto di Enzo Concina, tecnico che si dedica ai singoli, valorizzando l’aspetto atletico-tattico di ciascuno. Nei 3 giorni dopo la gara di coppa c’è defaticamento, lavoro atletico personalizzato e globale e poi preparazione tattica. Contro Lazio e City si è visto un Napoli più brillante perché, con i giocatori non partiti per le Nazionali, si è potuto lavorare di più anche sulla condizione atletica.
Il segreto del Napoli che vola è la preparazione e il lavoro di uno staff di prim’ordine: il tutto ottimizzato dalle naturali grandi qualità aerobiche dei vari Maggio, Dossena, Hamsik, Inler, Cavani, Gargano e Lavezzi, eccellenti atleti prima che importanti calciatori.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©