Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL COLPO DI MERCATO

Il mercato ha un nuovo Re: Aurelio I


Il mercato ha un nuovo Re: Aurelio I
17/07/2010, 11:07

In alto le sciarpe, vinca l’orgoglio. Napoli ha fatto il botto! Quello di Edinson Cavani non è semplicemente un acquisto. E’ un colpo di mercato. De Laurentiis in una sola mossa si è lasciato alle spalle commenti, malumori e delusioni di una piazza che costantemente vuole di più. Perché merita di più. Una sola mossa: scacco al Re. E il nuovo regnante diventa lui: Aurelio I, Re del calciomercato estivo. Napoli e il Napoli guardano le grandi dall’alto verso il basso. Edinson Cavani,  è difatti l’acquisto più costoso del calciomercato estivo 2010. Nessuna squadra ha fino ad ora speso tanto. 17 milioni di euro per un solo giocatore. Neanche la Juventus, con la sua faraonica campagna acquisti, si era permessa di arrivare ad una cifra tale per un singolo nome. Il Napoli l’ha fatto, ed è una prova di forza. Un guanto di sfida alle nobili del calcio, ai paperoni delle società del Nord. A quell’Inter pluricampione, che Cavani lo voleva è se l’è visto sfuggire verso il Vesuvio. Perché è arrivato prima Aurelio, astuto come una volpe nel portare a casa il diamante dalla vetrina della gioielleria Zamparini. E lo ha fatto con una scienza finanziaria da 10 in pagella. Spesa folle si, ma diluita negli anni, perché in una società la parola marketing è più di un semplice vocabolo inglese. Anche questo fa dell’acquisto di Cavani un colpo di mercato. E poi c’è l’aspetto tecnico. Numeri alla mano, De Laurentiis si è assicurato il bomber più forte che ci fosse in vendita. Lo scorso campionato Cavani ha messo a segno 13 reti. Meglio di lui hanno fatto solo in nove: Di Natale, Milito, Miccoli, Pazzini, Gilardino, Barreto, Borriello, Totti e Vucinic. Tutta gente che non lascerà la propria squadra di appartenenza. A conti fatti, dunque, l’uruguaiano era al momento l’attaccante più prolifico che il mercato potesse offrire. E Aurelio I lo ha fatto suo.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati

08/03/2008, 09:03

LA JONES IN CARCERE