Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Il Moto Club Mototouring Campania allarga i propri orizzonti


Il Moto Club Mototouring Campania allarga i propri orizzonti
26/09/2011, 16:09

Il Moto Club Mototouring Campania festeggia l’ingresso nelle sue fila di nuovi soci, in particolare di Marco Fossa, Riccardo Finizio, fondatori del gruppo Napolimoto, e di Andrea Santoro, rappresentante delle istituzioni locali del Comune di Napoli. Presenti alla festa anche i baby campioni Chiara e Davide Baldini, giovani promesse campane delle minimoto. L’associazione napoletana affiliata alla Fmi, dimostra di catalizzare l’interesse di chi ha voglia di rinnovare e far crescere il movimento regionale delle due ruote: “E’ – sottolinea il Presidente Giuseppe Coscia – un momento di grande gioia, perché entrano a far parte della nostra famiglia nuove energie, che sono sicuro daranno un importante contributo nella crescita non solo del club, ma anche dell’intera attività motociclistica”. Artefice della festa è stato Gino Romanelli, anima del moto club: “Si parla – spiega il dirigente – tanto di ricambio generazionale, ma è sempre più difficile far seguire alle parole i fatti. Tesserare ragazzi come Riccardo, Marco ed Andrea, per il ruolo e la storia che hanno alle loro spalle, nonostante la giovane età, è un motivo di soddisfazione. Con loro vogliamo crescere ed allargare i nostri confini, e sono convinto che insieme raggiungeremo traguardi importanti”. Napolimoto è un’associazione che in soli tre anni ha saputo coalizzare sotto la sua sigla oltre mille motociclisti, e si pone non solo come gruppo che organizza uscite in moto, ma anche come centro di discussione e proposta per vivere al meglio la passione per la moto: “Oggi – afferma Finizio – per me e Marco è un momento particolare. Entriamo a far parte della grande famiglia della Fmi, federazione che da cento anni scrive le pagine più belle del motociclismo. La nostra rimane un’associazione autonoma, ma il nostro gesto testimonia che si può essere al tempo stesso membri di Napolimoto e tesserati della Fmi. I due ruoli non si escludono affatto, ed anzi diventano sempre di più complementari. Il nostro contributo sarà molto pragmatico, con attenzione all’analisi delle problematiche che affliggono ogni giorno i centauri”. Andrea Santoro è un giovane motociclista che siede tra i banchi del Comune di Napoli: “Per me – dice il consigliere – la moto è sia un mezzo di trasporto da usare durante la settimana per vincere la guerra al traffico e all’inquinamento, sia da vivere nei week end per raggiungere le mete più lontane. In entrambi i casi bisogna consentire a chi sale in sella di vivere serenamente i chilometri che si percorrono. Caro assicurazioni, manutenzione stradale inesistente, guard rail assassini, pedaggi iniqui, sono solo alcuni degli aspetti sui quali bisogna lavorare, e sono onorato di poterlo fare anche all’interno di un club dinamico come lo è il Mototouring Campania”. Un riconoscimento è stato dato alle giovani promesse regionali impegnati nelle minimoto, in particolare a Chiara Baldini che a soli dieci anni fa più forte dei colleghi maschi: “La moto – racconta la campionessa di Napoli – è un grande amore di famiglia. Prima mio nonno, poi mio padre e mio fratello, si divertono alla guida di una due ruote. La voglia di minimoto mi è nata guardando mio fratello Davide mentre si allenava in pista. Inizialmente avevo paura, ma una volta entrata in pista, ho scoperto un mondo meraviglioso, dove ogni curva è un divertimento”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©