Sport / Motogp

Commenta Stampa

Il MotorLand Aragón di Alcañiz chiude i battenti nell'ottavo round World Superbike


Il MotorLand Aragón di Alcañiz chiude i battenti nell'ottavo round World Superbike
10/07/2012, 10:07

Il MotorLand Aragón di Alcañiz chiude i battenti su questo ottavo round World Superbike dopo la giornata odierna di gare. Ayrton Badovini ha concluso con un ritiro gara 1 dopo aver lottato fino all'ultimo giro per la terza posizione, mentre Michel Fabrizio ha invece terminato la corsa al sesto posto finale dopo una superlativa rimonta. I due piloti del BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team hanno finito gara 2 rispettivamente in nona ed undicesima posizione. Lorenzo Baroni ha conquistato il gradino più basso del podio nella gara valida per la Coppa FIM Superstock 1000, centrando il secondo risultato consecutivo nella top-3 in questa stagione. Sylvain Barrier non ha completato la corsa a causa di una caduta e del conseguente ritiro, avvenuto tre tornate più tardi.

Gara 1 ha visto Ayrton Badovini protagonista di un'ottima performance in pista conclusa purtroppo senza punti a causa una scivolata all'ultimo giro - alla curva 4 - dopo un tentativo di sorpasso su Tom Sykes per la terza posizione finale. Grande rimonta per Michel Fabrizio a seguito di un'escursione fuori pista, poco dopo il via, provocata dalla caduta di Jakub Smrz. Transitato nelle retrovie a conclusione del primo passaggio, Michel ha messo in piedi una prodigiosa rimonta fino al sesto posto.

Inizio in salita sia per Ayrton che per Michel in gara 2, entrambi autori di uno scatto dalla griglia di partenza non irresistibile e rispettivamente in dodicesima e quattordicesima posizione alla fine del primo giro. Dopo una corsa molto combattuta Badovini ha chiuso al nono, Fabrizio undicesimo.

Terzo posto e secondo podio consecutivo in gara per Lorenzo Baroni nella Coppa FIM Superstock 1000, mentre Sylvain Barrier ha concluso la corsa con un ritiro dopo la caduta del terzo giro avvenuta alla curva 16, ovvero lo stretto tornante a sinistra posto al termine del lunghissimo rettilineo che conduce nell'ultima parte della pista. Il pilota francese, nonostante il passaggio a vuoto, resta comunque leader della classifica piloti con 75 punti ma vede il suo vantaggio in classifica ridotto a una sola lunghezza sul primo degli inseguitori. Lorenzo Baroni guadagna una posizione ed è quarto, a 19 punti dal compagno di squadra.

Serafino Foti, Direttore Sportivo BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team, ha dichiarato:

"E' stato un fine settimana strano, in gara 1 avevamo una moto a lottare per il podio e questo è un motivo di soddisfazione. Può capitare però che un tentativo si trasformi nell'ultima cosa che vorresti accadesse, ma queste sono le corse e ci sta. Michel purtroppo è andato lungo alla prima curva ma è riuscito comunque a recuperare fino al sesto posto. Per quanto riguarda gara 2 la partenza non ci ha favorito, Ayrton è risalito fino alla nona posizione nonostante una piccola vibrazione all'anteriore che non gli dava fiducia già dai primi giri. Michel purtroppo ha riscontrato una mancanza di grip a causa del lieve aumento della temperatura e non è andato oltre un'undicesima posizione. Tirando le somme siamo positivi perché siamo stati competitivi e la stessa cosa vale per la moto, il lato negativo è il non aver raccolto ciò che ci aspettavamo".

"Riguardo alla gara Superstock non sono assolutamente contento della prova di Sylvain che ha annullato quasi tutto il vantaggio che aveva in classifica a causa di un errore evitabile. Purtroppo è successo ma ora dobbiamo guardare avanti cercando già da Brno di tornare a far bene. Buona la gara di Lorenzo che ha portato a casa un terzo posto ed ora è a 19 punti dalla testa della classifica".

Michel Fabrizio #84 - Gara 1 6° - Gara 2 11°: "Giornata sfortunata, gara 1 è stata mezza compromessa al via a causa della caduta di Smrz, ma sono riuscito comunque a fare un buon recupero. Peccato perché avevo un passo molto buono, mentre invece nella seconda sono partito male e questo ha sconvolto i miei piani".

Ayrton Badovini #86 - Gara 1 RET - Gara 2 9°: "Sono comunque contento del week-end, al di là del risultato in gara e dell'occasione sfumata. Siamo sempre andati forte, in gara 1 avevamo la possibilità di fare molto bene mentre nella seconda ho avuto qualche problemino e nonostante ciò abbiamo chiuso a dieci secondi dal vincitore, questo dà l'idea del grande passo in avanti che abbiamo fatto. Voglio scusarmi con Sykes, non era mia intenzione metterlo in una situazione di rischio ed allo stesso tempo voglio ringraziare la squadra che mi ha ricostruito la moto in un'ora, sono davvero formidabili".

Gara 1 1- Max Biaggi (Aprilia) 39’51.188 2- Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) + 0.278 3- Carlos Checa (Ducati) + 9.462 6- Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 27.597 7- Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport)+ 29.032 RET - Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team)

Gara 2 1- Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) 39’59.200 2- Eugene Laverty (Aprilia) + 0.042 3- Chaz Davies (Aprilia) + 0.446 6- Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport + 7.491 9- Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 10.828 11- Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 21.955

Gara Superstock 1000: 1- Bryan Staring (Kawasaki) 24’28.928 2- Jeremy Guarnoni (Kawasaki) + 8.073 3- Lorenzo Baroni (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 11.320 4- Eddi La Marra (Ducati) + 14.630 RET - Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©