Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

Il Napoli segna quasi sempre, la Roma è avvertita


Il Napoli segna quasi sempre, la Roma è avvertita
18/12/2011, 11:12

La Roma è avvertita, il Napoli segna sempre o quasi. Azzurri a segno in 16 gare su 20, in pratica nell'80% delle partite giocate in questa stagione. Merito del credo offensivo di Mazzarri, ma anche delle qualità realizzative degli uomini in organico. Non solo i 3 tenori, che come di consueto garantiscono gol a profusione. Quest'anno ci sono anche tante soluzioni alternative. Il Napoli, infatti, va a segno in tutti i modi e con il contributo di difensori e centrocampisti, che sanno farsi valere in area avversaria. Ad esempio, sono ben 5 le reti già realizzate su palla inattiva. Una dimostrazione del gran lavoro svolto in allenamento dallo staff di Mazzarri e in particolar modo dal suo vice Frustalupi, che si occupa appunto dello sviluppo dei calci piazzati.

Quanti modi Fernandez contro il Bayern, Campagnaro a Cesena, Cavani nel 3-1 sul Milan e Maggio con l'Udinese hanno sfruttato proprio gli schemi su punizione. Nelle ultime 2 sfide, contro Lecce e Novara, sono invece stati decisivi gli inserimenti di Dzemaili, che mai nella sua carriera italiana aveva segnato 2 gol in una sola stagione. Con Mazzarri, pure lui si sta trasformando in goleador. Dunque, la Roma non dovrà guardarsi soltanto dal tridente delle meraviglie, anche se i giallorossi un occhio di riguardo nei confronti di Marek Hamsik lo avranno di sicuro.

Anti-Roma Lo slovacco è il pericolo pubblico numero uno per la squadra di Luis Enrique, visto che sin qui ha già segnato 4 gol alla Roma. Gli ultimi 2 si sono rivelati decisivi. Infatti, lo scorso anno fu proprio lo slovacco ad aprire le danze al San Paolo su assist di Dossena mentre l'anno precedente Marek aveva punito i giallorossi dal dischetto mandando in visibilio lo stadio di Fuorigrotta e completando la rimonta iniziata con il gol di Denis. Sempre contro la Roma, ma stavolta all'Olimpico, sono arrivate due delle prodezze di Hamsik che i tifosi ricordano con maggiore trasporto: la mezza rovesciata che diede al Napoli il pareggio nella gara d'esordio del 2008-09 ed uno degli 8 gol dello spettacolare 4-4 del 20 ottobre 2007. La Roma ha la quarta peggior difesa del campionato, il Napoli il terzo attacco oltre ad essere sempre andato a segno in Champions. Tuttavia, gli azzurri sono rimasti a secco contro Chievo, Cagliari, Fiorentina e Lazio. Viola e biancocelesti al San Paolo hanno fatto le barricate. Mazzarri si augura che Luis Enrique non faccia lo stesso, anche perché le punte a sua disposizione necessitano di spazi da aggredire per poter esaltare la loro velocità. Anche Vargas ha caratteristiche di questo tipo, non è un caso che il Napoli è sul punto di acquistarlo. L'attacco segna quasi sempre, ma ha bisogno di un altro rinforzo.

FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©