Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CALCIOMERCATO

Il Napoli si prepara alla partenza del Pocho


Il Napoli si prepara alla partenza del Pocho
15/05/2012, 10:05

Todo sobre el Pocho. Tutto su Lavezzi. Senza la regia di Almodovar ma con quella di Aurelio De Laurentiis. Intrecci, incontri e un bivio Milano-Parigi: cosa accadrà? Semplice, bisogna attendere. Bisogna attendere che il presidente azzurro si sieda e guardi negli occhi sia Massimo Moratti sia Leonardo. Sia l'Inter sia il Psg, cioè i due club maledettamente innamorati di Ezequiel Lavezzi: accadrà probabilmente già in settimana. La notizia, l'ultima notizia che potrebbe scompaginare il gioco delle percentuali, è che nessuna delle due società s'è dimostrata disponibile a pagare la clausola rescissoria di 31 milioni di euro: alla fine, vincerà chi riuscirà a trovare l'accordo con il presidente. Lavezzi, certo, ma anche un eventuale, molto probabile domani senza di lui: Pandev e Insigne sono il futuro in casa; Douglas Costa e Doumbia trattative da mettere in piedi. E nel frattempo, domenica a Buenos Aires l'inviato del Napoli ha visionato due partite e un po' di giocatori.

IL BRASILIANO - E allora, il nuovo che avanza. Innanzitutto il nuovo, perché la questione legata a Lavezzi è piuttosto chiara: si attende soltanto di capire chi vincerà il testa a testa tra il Psg e l'Inter. Dunque, il primo nome: Douglas Costa de Souza, 22 anni il 14 settembre, brasiliano dello Shakhtar Donetsk tutto guizzi e giocate a effetto. E anche gol. Mancino naturale, trequartista tipico brevilineo e fantasioso, il giocatore di Sapucaia do Sul, micro cittadina dello stato di Rio Grande do Sul, è legato al club ucraino fino al 2016. Il costo si aggira intorno ai 15 milioni.

MAL D'AFRICA - Molto più cospicua, invece, la cifra richiesta dal Cska Mosca per Seydou Doumbia , attaccante ivoriano della Nazionale, che alla squadra di mercato del Napoli piace da morire. Fino a poco tempo fa, fino a quando cioè il club azzurro era in piena corsa Champions, l'amore pareva anche pienamente ricambiato: si racconta che Doumbia sia stato folgorato dalle notti di coppa del San Paolo trasmesse via satellite, e che il fascino di Napoli l'avesse addirittura rapito. E poi? E poi questo ventiquattrenne attaccante dal gol facile, facilissimo, s'è arenato dinanzi alla chiusura delle corte della regina delle coppe d'Europa: vuole lasciare il club russo, che gli garantisce un ingaggio vicino ai 3 milioni di euro, proprio per giocare in Champions, e dunque a questo punto è molto complesso provare a convincerlo. Un'impresa. Una sfida stuzzicante.

IN ARGENTINA - Nel frattempo, domenica a Buenos Aires l'inviato di mercato azzurro, Maurizio Micheli, s'è accomodato in tribuna a vedere due partite del Clausura: Lanus-Banfield e Boca Juniors-Velez. Due, i nomi più gettonati: il giovane talento del Banfield, Facundo Ferreyra (21), attaccante Under 20 già visionato a gennaio, nato a Lomas de Zamora come German Denis; e Pablo Mouche (24), attaccante del Boca che è entrato anche nel giro della Nazionale. Giovani come Sebastian Sosa (19), che dall'Uruguay continuano a dare in partenza per Napoli. Secondo i siti sudamericani oggi dovrebbe arrivare a Roma e avere un primo contatto con la società azzurra.

L'ITALO-ARGENTINO - Tra tanti attaccanti, spunta anche un difensore. Argentino anche lui, ma con passaporto italiano: Gabriel Paletta (26), possente centrale del Parma che domenica ha anche sfiorato la convocazione del C.t. Prandelli. Un traguardo meritato, considerando l'ottimo campionato disputato: media sempre alta e 4 gol, nel carnet stagionale di questo gigante di 190 centimetri e 88 chilogrammi di muscoli. Il Napoli s'è informato direttamente alla fonte, al Parma: il giovane corazziere argentino è destinato a essere uno degli uomini mercato dell'estate.

FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©