Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Il Roma: "Col Chievo è stato un Napoli operaio"


Il Roma: 'Col Chievo è stato un Napoli operaio'
14/02/2012, 11:02

Un giorno diranno: che notte quella notte! Il Napoli in un botto ha castigato il Chievo, nemico privato n° 1; con la complicità di Calaiò ha allontanato la Roma, concorrente pericolosa per la Zona Europa; ha avvertito il Siena, che verrà in visita a Fuorigrotta per dirimere la questione Coppa Italia partendo dal vantaggio di 2 a 1; ha fatto un buon allenamento per affrontare col piglio giusto la Fiorentina in passato dominata al Franchi. E intanto - come piace a Mazzarri - ha pensato al Chelsea, ospite fra una settimana del San Paolo. Si raddrizza alla meglio la classifica, si riprende fiducia in se stessi, un gol di Britos, un rigore che Cavani s'è cercato e ha realizzato: il tutto con l'aiuto - non solo morale - del Giocatore Bandiera, Grava, l'ultimo dei....Mohicani. Forse più utile di Fideleff, quello che all'andata a Verona fu disastroso. Statistiche a parte, ho visto un Napoli operaio, energico e mobile, con una manovra non eccezionale ma disinvolta rispetto alle ultime impacciate prove: Aronica è tornato a livelli standard, nettamente migliorato Inler, dunque in grado di lavorare con mastro Gargano per le migliori fortune del centrocampo da tempo in sofferenza e iersera rafforzato anche da un Hamsik umilmente applicato alla pratica assegnatagli da un Mazzarri prudente. Lavezzi e Cavani serenissimi, dopo averli visti in affanno col Cesena e col Siena, hanno costantemente tenuto in affanno la difesa del Chievo che è apparso nettamente inferiore alle sue più recenti imprese, frenato e intimidito anche con il subentrante Moscardelli da un Napoli finalmente deciso a far sul serio, altro che le bislacche trovate di turnover suicidi. Sicché il terribile Chievo, alla fine, s'è accontentato di perdere nonostante l'ingresso di Vargas, ch'è riuscito a farsi male da solo. Come ha detto domenica il Mondo ritrovato - dopo aver affondato la Discordia Inter - ad uso dei maniaci che hanno scarsa dimestichezza con il gioco del calcio: viene sempre il momento in cui è importante vincere, solo vincere . E così fu.
FONTE: IL ROMA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©