Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Il Roma: "Forza Napoli, inutile fare drammi"!


Il Roma: 'Forza Napoli, inutile fare drammi'!
16/03/2012, 13:03

The show must go on. Guai a fermarsi proprio ora. Inutile fare drammi per lo stop in Champions. Nel calcio si vince e si perde, l'altra sera al Napoli è capitato di perdere purtroppo. L'ha fatto a testa alta al cospetto di un Chelsea che si è ricordato di essere grande. Non deve illudere il 4-1 finale, gli azzurri sono stati sempre in partita nonostante i pezzi migliori abbiano sbagliato serata. Può capitare in un gruppo dove non c'è gente molto esperta. Senza un bagaglio europeo di tutto rispetto c'è la possibilità di venire meno nella gara della vita. "Rialziamoci", questo il grido di battaglia di Walter Mazzarri. Adesso dovrà essere bravo a far dimenticare presto questo ko perché domenica c'è un impegno di campionato dove non sono ammesse distrazioni. Con la Lazio impegnata a Catania, contro l'Udinese serve una partita perfetta. Sa bene il tecnico toscano che non sarà facile scuotere un gruppo un po' depresso, ma è proprio in questo momento che si vede l'attitudine di un signor professionista della panchina. Dovrà fare lo psicologo riuscendo a ricaricare la squadra al punto giusto. Guai se non lo facesse. Bisogna ripartire proprio dagli errori e dalle cose buone di Londra. Se non si entra in campo con lo spirito giusto tutto diventa più difficile. E poi questa può essere l'occasione per sfruttare al massimo l'uscita dalla Champions. Non avendo più il peso di dover giocare pure in settimana il Napoli potrà concentrarsi bene sull'obiettivo terzo posto.
Certo, ci sarà la semifinale di mercoledì al San Paolo contro il Siena che vale l'accesso alla finale ma poi, in caso di passaggio del turno, se ne riparlerà a maggio. Guai a deprimersi, dunque. Bisogna sfruttare la bella esperienza europea per farsi valere in campionato. Non è stato un fallimento arrivare ad un passo dagli storici quarti. Anzi, è stata una stagione Champions straordinaria. Poter approdare a certi livelli non è da tutti. In tante si sono fermate alla fase a gironi. Non si vuole essere ripetitivi ma il Napoli non partiva favorito in questa competizione. Sin dall'inizio ha dovuto fare i conti con avversarie di rango superiore. Si pensava che dovesse essere un anno di transizione ed invece gli azzurri si sono fatti rispettare in ogni dove. Hanno mostrato grinta e carattere sempre. E hanno giocato un ottimo calcio. Certo, adesso godranno i disfattisti. Sicuramente vorranno fare i processi e mettere alla gogna Mazzarri. Ma non è il caso, pure i “sapientoni” dovrebbero alzarsi in piedi per applaudire il tecnico toscano e i suoi ragazzi.
E poi ci sono ancora due obiettivi da raggiungere e sono entrambi alla portata. Il terzo posto è dietro l'angolo, la finale di coppa Italia pure. La cosa importante da fare adesso è capire perché sono stati presi la bellezza di cinque gol di testa in due partite. Il gioco aereo è diventato un punto debole per la difesa. Soprattutto dai calci da fermo. Larrivey aveva lanciato l'allarme già venerdì scorso in campionato. L'altra sera ci hanno pensato Drogba e Terry ad acuire il problema. Conoscendo Mazzarri sicuramente interverrà con i suoi marcatori per capire le difficoltà che vivono. Dovrà spronare pure il Pocho che durante il viaggio di ritorno aveva il viso tirato. Mai visto così imbronciato nonostante i tifosi presenti ancora all'esterno dello Stamford Bridge lo avessero incitato. Lavezzi aveva trovato un ritmo realizzativo incredibile. Non si era fermato un attimo dalla partita con la Fiorentina. La speranza è che sia solo un pit stop. Il Napoli ha bisogno di lui, farà bene a ritrovare il sorriso a partire dall'incontro con l'Udinese. Fortunatamente non c'è tempo per "piangere". Il calendario non lo permette. Pronti via e già si può dimenticare la delusione continuando a correre in serie A. L'ultimo gradino del podio garantirebbe il ritorno in Champions attraverso i preliminari. Senza dimenticare che pure il secondo posto non è così lontano. Dal match del Friuli in poi dovranno essere undici finali. The show must go on. Forza ragazzi.
FONTE: IL ROMA
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©