Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Il Roma: "Mazzarri è stufo del tormentone Vargas"


.

Il Roma: 'Mazzarri è stufo del tormentone Vargas'
24/04/2012, 11:04

E basta con la solita solfa. Non si può parlare sempre della stessa cosa. Certo, l’investimento di Vargas è stato bello copioso ma non si può tirare il cileno in ballo ogni qualvolta che Mazzarri lo butta nella mischia. Il tecnico è stufo di questo tormentone e ha fatto sapere di non volere parlare più del giovane attaccante arrivato a gennaio. Ne ha sprecato di fiato per spiegare le sue scelte in riferimento al sudamericano ma a quanto pare è sistematicamente inascoltato.

Ormai si è capito che per vedere il miglior Vargas bisogna aspettare. Anche perché è un patrimonio di De Laurentiis e non va sprecato. E poi Mazzarri l’altra sera contro il Novara ha indovinato la mossa Dzemaili che è stata premiata. Chissà cosa sarebbe successo con il cileno al posto dell’infortunato Lavezzi, sta di fatto che lo svizzero è stato l’uomo in più della squadra partenopea.

Certo, gli avversari non erano così forti ma nelle condizioni in cui si trovava il Napoli ci poteva stare anche un colpaccio dei piemontesi. Non è la prima volta che le piccole fanno dei brutti scherzi. Non dimentichiamo che questa squadra allenata all’epoca da Mondonico era andata a vincere in casa dell’Inter. I nerazzurri non sono un granché ma avevano la forza per poter conquistare il successo. Ed invece dovettero alzare bandiera bianca.

Tornando a Vargas, quindi, bisogna mettere un punto. Almeno per questo finale di stagione il giovanotto si dovrà accontentare di qualche altro spicciolo di partita poi si vedrà. A giugno prossimo, dopo aver già conosciuto bene l’ambiente e con una preparazione intera da disputare, sicuramente diventerà un punto di riferimento.
FONTE: IL ROMA
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©