Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Il sogno mondiale di Chiara Baldini


Il sogno mondiale di Chiara Baldini
15/06/2012, 22:06

La storia del motomondiale ancora non annovera tra i suoi campioni un pilota donna. In passato sono state molte le rappresentanti del gentil sesso a tentare di scrivere il proprio nome nell’albo dei titolati, ma ad oggi nessuna è stata in grado di farlo. A Napoli una campionessa di soli undici anni sogna di riuscire dove le altre hanno fallito. Chiara Baldini è la rider in rosa più veloce della Campania in sella ad una minimoto; quando guida la sua Zpf è il terrore dei maschietti, la delizia dei genitori, una speranza per il futuro: “Dopo – spiega Chiara – l’esordio positivo dell’anno scorso, anche se per età potrei già gareggiare nella categoria Junior B, con papà Stefano a mamma Mariagrazia abbiamo deciso di continuare nella Sav. E’ una categoria dove si può fare esperienza senza l’assillo della vittoria”. Diligente alunna dell’istituto “D’Ovidio-Nicolardi”, promessa della velocità: “Frequento – dice Baldini – la prima media. Gli studi mi piacciono, e quando prendo un voto alto sono felice. Nei fine settimana mi alleno sulle piste di Casaluce e di Scafati. Parteciperò ai vari trofei che si organizzano nella mia regione, e spero di vincere qualche gara. Per farlo deve crescere il feeling con la nuova minimoto; rispetto alla Dm che guidavo prima, la Zpf mi permette di spingere di più. Questo mi fa essere più veloce e competitiva. Alla tv guardo sempre le gare della Motogp e della Sbk, e mi piacciono sia Rossi sia Biaggi. Lo so, può sembrare strano, ma quando li guardo in azione, entrambi mi emozionano. Da loro imparo molto su come guidare tra i cordoli. Il sogno nel cassetto che ho è vincere un campionato mondiale. Ora però mi aspettano da vincere le sfide della Campania”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©