Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il Sudafrica prima esulta, poi piange...


Il Sudafrica prima esulta, poi piange...
13/10/2011, 14:10

Curioso episodio accaduto durante la fase di qualificazione della Coppa d'Africa 2012. Protagonista di questa terribile gaffe è stata la nazionale del Sud Africa e in modo particolare il suo allenatore Pitso Mosimane.
Convinti che il pareggio con la Sierra Leone fosse sufficiente per centrare automaticamente la qualificazione alla rassegna continentale, al termine dell'incontro, conclusosi 0-0, i Bafana Bafana hanno iniziato a festeggiare insieme al pubblico sugli spalti.
Ben presto, però, i sorrisi dei giocatori e dei loro sostenitori si sono trasformati in espressioni deluse e la causa di questo mutamento si deve attribuire alla raggiunta consapevolezza che a superare il girone di qualificazione era stato il Niger.
Come può essere successa una cosa del genere? Semplice errore di calcolo. Il commissario tecnico del Sud Africa si era infatti convinto che, in una situazioni di pari punteggio, avrebbe conquistato la qualificazione la squadra dotata di miglior differenza reti, mentre la regola vigente in questa competizione prevede che a far fede siano gli scontro diretti.
Oltre allo schiaffo morale, i giocatori potranno recriminare con il loro tecnico anche per la condotta richiesta alla squadra. Convinto che il pareggio fosse un risultato più che sufficiente a centrare l'obiettivo qualificazione, Mosimane ha fatto giocare i suoi senza troppi rischi, in modo da poter concludere con un facile 0-0.
Per tentare di giustificare l'imperdonabile errore, il commissario tecnico si è giustificato sostenendo che in Africa i regolamenti sono molto complicati e non è sempre facile interpretarli nella maniera più corretta.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©

Correlati

21/12/2008, 10:12

VIKKI BLOWS