Sport / Kart

Commenta Stampa

Il Team Yamaha Miglio Racing tinge di blu le prime due prove degli Assoluti d'Italia 2013


Il Team Yamaha Miglio Racing tinge di blu le prime due prove degli Assoluti d'Italia 2013
15/04/2013, 16:15

Ottimo debutto nel palcoscenico off-road italiano 2013 per il Yamaha Miglio Racing Team, supportato quest’anno ufficialmente dalla casa dei tre diapason. La squadra bergamasca gestita dall’ex pilota “Max” Migliorati, è stata infatti protagonista a Camerino (MC) lo scorso finesettimana delle prime due tappe del massimo torneo nazionale di enduro, gli Assoluti d’Italia, portando tra i primi cinque in classifica delle due prove E2 in programma entrambi i propri piloti in sella alla potente Yamaha WR450F. Sugli scudi di ambedue i round marchigiani, a cui hanno preso parte anche i migliori interpreti internazionali della disciplina al loro rientro dai GP del Mondiale in Cile e Argentina, senza dubbio Fabio Mossini che ha conquistato uno spettacolare doppio podio frutto di un terzo posto il sabato e di un secondo la domenica, in una grande giornata quest’ultima che lo ha visto condurre in testa per un giro e mezzo prima di inchinarsi al solo Alex Salvini, tra i piloti più forti al mondo in questo momento e autore di un triplice successo in Sud America che lo vede al comando della classifica generale del Mondiale 2013. Senza podio ma molto regolari e autorevoli anche le prove del secondo pilota del Team Miglio su Yamaha WR450F, Andrea Beconi, che ha chiuso al quinto posto in entrambe le giornate di gara a testimonianza, come per Mossini, delle significative qualità del 450cc enduro tre diapason, perfetto connubio frutto dell’unione di una ciclistica sopraffina ereditata dalla cross YZ250F e di un performante ed affidabile motore da 450cc ad iniezione. Buona prova anche per il giovanissimo Niccolò Bruschi, sesto e quarto nella E1 2T in sella alla WR125 by Motorbike.

Il Team Manager Max Migliorati ha descritto cosi la grande soddisfazione dell’intero team e dei suoi piloti: “È stata una bella gara, ben organizzata e piuttosto impegnativa. Bagnata sabato, umida domenica. Posso dire di essere molto contento, e so di rappresentare la sensazione all’intero team. Mossini è stato uno dei protagonisti della gara, e domenica ha rischiato di vincere, sebbene contro un grande Salvini. Devo ammettere che al termine della prima gara la soddisfazione è tanta. Da una parte ci sono infatti i risultati, che sono alla base delle soddisfazioni più autentiche, ma dall’altra è forse ancor più importante avere ricavato la certezza di aver fatto un buon lavoro di preparazione invernale, pur non avendo i riferimenti e l’esperienza degli altri team. La sensazione, insomma, è quella di avere una squadra forte, in grado di ottenere buoni risultati e di far divertire pubblico e piloti.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©