Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UN ANNO DI MAZZARRI

In maniche di camicia verso la vittoria


In maniche di camicia verso la vittoria
06/10/2010, 13:10

Sei ottobre 2009 - sei ottobre 2010. Un anno di Mazzarri, un anno di successi. Quando arrivò il mister toscano prese una squadra praticamente in zona retrocessione dopo solo 7 partite. Donadoni su sette incontri ne aveva persi quattro. Mazzarri, tra campionato e coppa Italia, in un anno ha collezionato solo 6 sconfitte.
Dalla Roma alla Roma. I giallorossi furono fatali all'ex allenatore della nazionale italiana cacciato dal presidente De Laurentiis dopo la sconfitta all'Olimpico. La vittoria contro la Roma invece ha permesso a Mazzarri di diventare il tecnico che ha ottenuto i migliori risultati sulla panchina azzurra dal 1994 ad oggi. Dietro di lui Reja e Novellino. Meglio di lui solo Bianchi e Bigon, ma quelli erano altri tempi. 
Numeri che fanno la differenza, anche se la vera differenza la sta facendo la mentalità data dal mister a questa squadra. Giocatori che sembravano finiti o almeno non adatti ad un campionato di vertice nella massima serie sono stati recuperati sino a diventare i pilastri di questa formazione.
Un gruppo che non molla mai, che sembra non accusare mai la stanchezza così come Mazzarri non accusa mai il freddo coperto solo da quella sua ormai mitica camicia bianca. Come ha detto il suo pupillo Lucarelli, Mazzarri ha creato un piccolo esercito, una squadra che non abbassa mai la testa e che sente di poter vincere contro chiunque.
Vittorie incredibili e soprattutto rimonte straordinarie sono state il marchio di fabbrica di una squadra costruita ad immagine e somiglianza del mister.
Un anno di Mazzarri sempre in crescendo verso traguardi sempre maggiori. Un anno di Mazzarri sperando che le soddisfazioni non finiscano qui.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©