Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Inizia l'era di Prandelli: "Punterò sula qualità"


Inizia l'era di Prandelli: 'Punterò sula qualità'
01/07/2010, 16:07

"E' il punto più alto della mia carriera, non voglio pensare alle difficoltà, riparto dall'ottimismo. Ora la mia volontà e il mio impegno vanno nella direzione di raccogliere un'eredità anche positiva per ripartire da qui con ottimismo ed entusiasmo - queste le prime parole di Cesare Prandelli da commissario tecnico azzurro, presentato oggi dalla Federazione, con la quale ha un accordo di 4 anni -. Marcello Lippi, che per me resta il c.t. campione del Mondo, ha infatti lasciato due elementi importanti ormai connaturati alla squadra: la mentalità e l'attaccamento alla maglia. Da qui partiremo per superare le difficoltà e programmare il futuro. Intanto ringrazio il presidente Abete per la scelta e il vice Albertini per l'accoglienza: già ieri ho avuto con tutto lo staff un incontro piacevole, mi auguro di riuscire a costruire una bella squadra anche fuori campo. Tutte le risorse umane sono fondamentali, sarà molto importante fare gruppo".

Convocazioni — "Cassano? Non intendo fare i nomi dei convocati. Le convocazioni saranno fatte su basi meritocratiche, conta anche la dignità e il rispetto dei ruoli. Voglio proporre nazionale con giocatori di qualità, ci sono. I giocatori di qualità - spiega Prandelli - non dovrebbero mai trovare problemi a coesistere. Chiamerò chi lo merita, la maglia azzurra non è nè mia nè vostra, ma di tutti".

Fonte: Gazzetta.it

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©