Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA LO SVIZZERO

Inler: Vediamo che succede, non dipende solo da me


Inler: Vediamo che succede, non dipende solo da me
29/05/2011, 18:05

Guerriero e poliglotta. Grintoso e gentile. Gökhan Inler può essere il nuovo condottiero della Juventus, uno in stile Antonio Conte, che invece siederà in panchina. Il centrocampista dell’Udinese ha trovato l’accordo con i bianconeri e adesso dovranno trattare i due club. Poi, sarà vera svolta.

ASPETTA Lui, dalla Svizzera, si mostra sereno, in attesa che tutto si risolva. Il ct della Nazionale gli ha anche consegnato la fascia di capitano, altro riconoscimento di leadership riconosciuta.Conteso e acclamato, risponde sul suo sito ai tifosi letteralmente impazziti. Quelli napoletani lo implorano di scegliere la maglia azzurra, quelli juventini gli danno il benvenuto nella squadra del riscatto annunciato.

ACCOGLIENZA Gökhan si firma cordialmente e affettuosamente Gögi. "Ciao Gökhan! Sono una tifosa della Juve che vorrebbe vederti l’anno prossimo in maglia bianconera, ma a Torino per portarci a rivincere lo scudetto. Tu con Pirlo faresti una coppia fantastica. Spero di vederti presto da noi", uno dei tanti messaggi zebrati. Ma il Web impazzisce con l’onda anomala del supporto incondizionato, ancora prima del fatidico autografo sul contratto. IL VOCABOLARIO Gögi, che è fidanzato, risponde in italiano, in tedesco, in inglese, in turco e in...friulano ("Mandi Roberto, gracie per dut"). Sul trasferimento: "Non è così facile come si potrebbe pensare. Vedremo...", districandosi su richieste di restare a Udine e inviti a vestire la maglia della Juve (e pure del Napoli). "Il futuro? Non dipende solo da me".

DETERMINATO Il segreto del successo? "Allenarsi tantissimo". E già con questa frase potrebbe entrare nelle grazie del nuovo tecnico juventino. Insomma, dedito al lavoro e a crescere. Della Juve, Inler e il suo entourage apprezzano la programmazione, il progetto (parola un tantino abusata, che in passato non ha avuto molta fortuna...), la volontà di rafforzarsi sul mercato con grandi nomi, l’ambizione di tornare vera Juve. Quella vincente. Così, si può sacrificare anche un anno senza Europa, per poi raccogliere quanto seminato.

SFIDA VIRTUALE "Welcome to Juve", "Vieni a Torino, consiglio di un napoletano juventino", "Complimenti, Inler: hai fatto volare l’Udinese in Champions, ora (sperando nel tuo acquisto) aiutaci a tornare nelle posizioni che ci competono", "Forza Inler! Alla Juve farai bene", "Speriamo che tu venga alla Juve. Ti seguo da tanto tempo e ti ho sempre ammirato, sei un ottimo giocatore, veramente. Il centrocampo juventino farebbe il salto di qualità. Complimenti all’Udinese, che con degli acquisti molto azzeccati e senza spreco di soldi ha allestito una squadra fortissima. Avete meritato la Champions League", "Grande Inler vieni alla Juve". Sulla sua pagina di Facebook è un coro senza fine. Certo, c’è pure lo scontro con gli avversari, ma qui è meglio soprassedere, è una sorta di Juve contro Napoli in alcuni passaggi non edificante. Il resto, è un continuo e affettuoso benvenuto, passando da un bianconero all’altro.

Fonte: TuttoSport

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©