Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AGENTE

"Insigne? Lo vuole mezza Serie A, vedremo.."


'Insigne? Lo vuole mezza Serie A, vedremo..'
12/07/2012, 14:07

"Le voci sulla Roma non mi meravigliano, Zeman e' da sempre un suo grande estimatore. Ma onestamente non c'e' stato nessun tipo di contatto con i giallorossi. Insigne fa parte del progetto Napoli: Bigon e Mazzarri hanno ribadito che pur essendo un giovane deve dimostrare che puo' far parte della rosa del Napoli". Sono le parole di Fabio Andreotti, uno degli agenti di Lorenzo Insigne, a Radiocalciomercato.it. L'attaccante e' rientrato al Napoli dopo la strepitosa annata con la maglia del Pescara. "Mazzarri e' una persona esperta e in gamba, ha capito che i giovani vanno tutelati, specie in una piazza particolare come quella partenopea. Se l'allenatore azzurro definisce lui e Vargas delle incognite e' per proteggerli, visto che Lorenzo e' stato spesso accostato a Lavezzi, anche se per il cileno la cosa mi preoccupa visto che lo ha avuto per 5 mesi, ma e' anche un modo per spronarli a far bene", aggiunge il procuratore. "Dopo il bel campionato in B deve dimostrare il suo valore anche in serie A. Quando Bigon e il presidente ci hanno detto che Lorenzo avrebbe fatto parte della rosa del Napoli eravamo da un parte orgogliosi, dall'altro eravamo non preoccupati ma comuque abbiamo fatto delle valutazioni"., dice Andreotti prima di 'fare la conta' delle proposte che sono arrivate per il 20enne fantasista. Mezza serie A lo vuole ed abbiamo rifiutato anche offerte che ci sono arrivate dall'estero, poi se Mazzarri non lo vuole ci sono 4 club italiani pronti ad aspettarci fino al 31 agosto per accoglierlo, ma non sarebbe serio fare i nomi: sono comunque societa' serie che hanno le idee chiare. Per ora escludiamo che venga ceduto, lui sta vivendo il momento con molta tranquillita'", spiega. Quando si parla di rinnovo di contratto, dice: "Non vi nascondo che in questo momento siamo a Milano e abbiamo appuntamento con Bigon per discutere l'adeguamento: ognuno fa il suo gioco come e' giusto che sia".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©