Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'azzurro sogna di diventare una bandiera e segnare un'epoca

Insigne: "Voglio restare per sempre al Napoli e diventare capitano"


Insigne: 'Voglio restare per sempre al Napoli e diventare capitano'
17/01/2014, 11:50

NAPOLI - Dopo il gol contro il Verona che lo ha visto finalmente sbloccarsi in campionato, e dopo la rete siglata mercoledì in Coppa Italia contro l'Atalanta, non può che sorridere Lorenzo Insigne. L'azzurro ha rilasciato un'intervista al Corriere dello Sport. Tra i tanti argomenti, inevitabile quello sul suo momento: "E' girato il vento? Ed era pure ora. Non ricordo più neanche quanti legni, tra pali e traverse, ho colpito. Forse quattro o addirittura cinque. E pure l’altra sera contro l’Atalanta. Non mi andava bene prima, mi sta andando benino ora. Però io ci ho creduto sempre. Non sapevo come fare, pensavo che il destino avesse deciso di girarmi le spalle: palloni che uscivano fuori di poco, conclusioni che non andavano come volevo, errori sotto porta. Sai, ad un certo punto ti chiedi anche cosa stia succedendo".

Sul grande girone d'andata fatto dal Napoli: "E c’è tutto quello di ritorno, nel quale può succedere qualsiasi cosa. Noi non facciamo promesse, però con diciannove sfide a disposizione è chiaro che i verdetti non siano decisi. Classifica? Complimenti alla Juventus e alla Roma per quello che stanno facendo. Ma complimenti anche al Napoli. Girare a 42 è un’impresa, che passa in secondo piano solo perché davanti abbiamo trovato due rivali che viaggiano ad una velocità sconcertante. Ma con altri 57 punti a disposizione..."

Sul suo futuro Insigne non ha alcun dubbio: "Traguardi personali? Restare per sempre in questo club, diventare il capitano e dunque la bandiera, poter segnare un’epoca".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©