Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Inter - Napoli, la partita alla lavagna


Inter - Napoli, la partita alla lavagna
01/10/2011, 11:10

Senza Cavani ma con il recuperato Maggio e un Pandev voglioso di giocare contro la sua ex squadra, il Napoli si prepara ad affrontare l'Inter, squadra che con il cambio in panchina sembra aver ritrovato fiducia e voglia di vincere.
Ranieri dovrebbe mettere in campo la formazione tipo, unici dubbi l'impiego o meno dal primo minuto di Maicon, appena ritornato a disposizione dopo il lungo infortunio e Pazzini, uscito zoppiccante dalla sfida di Champions League tra nerazzurri e CSKA. Per il resto linea difensiva a quattro con Samuel e Lucio centrali vista l'indisponibilità di Ranocchia, Zanetti, Cambiasso e Obi a centrocampo, Coutinho trequartista. Unico attaccante sicuro di giocare l'uruguaiano Forlan indisponibile in Champions.
Un 4-3-1-2 che all'occorrenza si trasforma in 4-4-2 con i ripiegamenti difensivi di Coutinho e con Forlan che ama arretrare sino a centrocampo per prendere palla e favorire il contropiede della propria squadra e gli inserimenti dei compagni. ll giovane brasiliano, giocando dietro le punte e muovendosi tra le linee, potrebbe creare qualche problema al terzetto difensivo azzurro. A centrocampo occhio agli inserimenti di Cambiasso, l'argentino segnò un gol al Napoli anche nella sfida della scorsa stagione a San Siro. Bello il duello sulle corsie con Maggio e Dossena (oppure Zuniga) che dovranno vedersela con il rientrante Maicon, forse non al meglio della forma e il velocissimo Nagatomo. In fase passiva servirà quindi un grande aiuto da parte di Gargano, motorino inesauribile.
Unico dubbio nel 3-4-2-1 di Mazzarri chi prenderà il posto di Cavani
. Tante le opzioni per l'allenatore toscano: Pandev, Mascara oppure Zuniga con il conseguente spostamento del Pocho nel ruolo di centravanti. Il ballottaggio sembra ormai ristretto a Zuniga e Pandev, con il colombiano in grandissima forma e il macedone che scalpita per giocare un brutto scherzo alla sua ex squadra. Nel caso dovesse giocare il sudamericano, con lui e Lavezzi il Napoli potrebbe mettere in grandissima difficoltà i centrali nerazzurri molto forti fisicamente ma non certo dei fulmini. Il Pocho e Zuniga hanno spesso dimostrato di avere una grandissima intesa e di essere molto abili nel gioco in velocità. Diverso il discorso in merito alla coppia Lavezzi - Pandev, praticamente inedita. Il macedone non sembra ancora in grado di poter lavorare come Cavani, sia in fase attiva che passiva, ma spesso le motivazioni e la voglia di riscatto riescono a fare miracoli. 
Il rientrante Maggio e Hamsik con i loro inserimenti potrebbero risultare decisivi nell'arco della partita.
 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©