Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il posticipo

Inter come il Napoli, pari 3-3 prima dello scontro diretto


Inter come il Napoli, pari 3-3 prima dello scontro diretto
08/12/2013, 23:05

MILANO. L’Inter, come il Napoli, questo campionato lo sta giocando sull’altalena e come i partenopei in casa pareggia per 3-3. A San Siro protagonisti Sansone e Palacio (una doppietta a testa) in una clamorosa altalena di emozioni che premia il Parma e non consente all’Inter di avvicinarsi al Napoli a una settimana dallo scontro diretto del San Paolo. Il Parma alza subito la voce con Paletta dopo uno schema da calcio d’angolo: il tiro del difensore argentino è centrale, Handanovic c’è. Il Parma al 12’ fa malissimo: assist perfetto di Marchionni per Sansone tra Ranocchia e Juan Jesus, che sull’uscita di Handanovic non sbaglia. Si fa male Gargano, i nerazzurri l’occasione per pareggiare l’avrebbero subito con Palacio, che spreca clamorosamente a porta vuota. Ma l'occasione più clamorosa ce l'ha il Parma al 41’, quando Sansone sbaglia sull'invito di Cassano e Ranocchia compie un mezzo miracolo su Acquah. Scampato il pericolo, l'Inter trova il pari prima dell'intervallo: numero di Jonathan sulla destra e cross immediato per Palacio che anticipa Paletta e stavolta non sbaglia. Dura poco però la gioia nerazzurra: clamoroso errore di Handanovic sul cross deviato di Paletta, Parolo in spaccata segna a porta vuota. Al rientro, l’Inter ritrova se stessa e in tre minuti, dal 9' all’11', ribalta il risultato: ancora Palacio, servito da un cross di Alvarez, segna di testa sorprendendo Mirante, non perfetto nella circostanza; all’11’ Palacio fa torre per Guarin, che supera Gobbi e col sinistro dal limite, e con la complicità di Lucarelli che devia, firma il 3-2. Che partita. E non è finita, anzi. Sansone firma la doppietta sull'assist del liberissimo Cassani. La difesa dell'Inter è in difficoltà, Cassano sfiora il poker (18’); poi il destro di Kovacic sfiora il palo. Partita apertissima: Handanovic para su Acquah, poi Ranocchia salva su Biabiany. Il Parma è piu' pericoloso nel finale, anche se l’ultima occasione è per Cambiasso. Un match bello ma che ha mostrato ancora i limiti dell’Inter.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©