Sport / Calcio

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CDS

Inter-Napoli, prosegue la trattativa per Lavezzi


Inter-Napoli, prosegue la trattativa per Lavezzi
10/05/2012, 10:05

L’Inter va avanti convinta sulla strada che porta a Ezequiel Lavezzi. Il presidente Moratti nei colloqui delle ultime settimane con il collega azzurro De Laurentiis ha capito che, rispetto al passato, il Pocho non è più intoccabile o quantomeno che c’è un’apertura alla trattativa. Il numero uno di corso Vittorio Emanuele aveva strappato al patron del Napoli una sorta di prelazione nel caso l’argentino fosse stato messo in vendita. Adesso fra le parti c’è stato un nuovo contatto e De Laurentiis ha confermato che la permanenza di Lavezzi sotto il Vesuvio non è più certa, sia per la presenza della clausola rescissoria nel contratto sia perché il giocatore vuole misurarsi con un’altra realtà. Da qui i passi in avanti dell’Inter, mosse autorizzate dal Napoli che non avrebbe certo negato a un club amico la possibilità di verificare se l’affare può essere concluso, e l’idea sempre più concreta di inserire nell’operazione la comproprietà di Ranocchia, soprattutto se Lucio non sarà ceduto.
VIA LIBERA LAVEZZI - Il dialogo tra Moratti e De Laurentiis ha permesso agli uomini mercato neroazzurri di fare un importante sondaggio sul giocatore. Perché Lavezzi ha molto mercato e offerte ricche dall’estero. L’Anzhi è pronto a coprirlo d’oro, il City lo fa osservare spesso, ma anche Ancelotti lo stima moltissimo e vorrebbe portarlo al Psg. La concorrenza insomma è di quelle temibili e l’Inter, in tempi di fair play finanziario, non poteva certo rischiare di incorrere in un’asta sull’ingaggio. Da corso Vittorio Emanuele è partita più di una telefonata all’agente del giocatore, Alejandro Junior Mazzoni, e grazie a questi contatti è stato certificato quello che nella Milano nerazzurra speravano, ovvero che il Pocho mai e poi mai direbbe no a un trasferimento all’Inter. Trovare un accordo sull’entità del contratto è considerato un dettaglio visto che Moratti è pronto a raddoppiare l’attuale ingaggio del’argentino (portandolo intorno a quota 3,5 milioni più i premi) per le prossime 5 stagioni. Mettere nero su bianco è poco più di una formalità. Il problema ora è raggiungere un’intesa con De Laurentiis.
DIRIGENTI AL LAVORO - Moratti e De Laurentiis hanno impostato l’affare, ma la strada non è ancora in discesa perché se il Napoli si è detto disposto a discutere sull’ammontare complessivo della sua richiesta (i 32 milioni della clausola rescissoria), al tempo stesso non ha nessuna intenzione di regalare il suo campione. Pandev è considerato un giocatore importante per il progetto azzurro e l’Inter è pronta a farlo partire (piuttosto c’è da convincere il macedone), mentre su Ranocchia, molto gradito al club azzurro, l’Inter sta riflettendo: lo ha valutato molto (18 milioni) e non vorrebbe perderlo anche in ottica di un addio di Lucio. Una cessione in comproprietà può essere una soluzione anche per limitare l’esborso di denaro contante (altrimenti sarà necessario individuare una seconda contropartita tecnica). Oltre ai due giocatori, l’Inter aggiungerebbe 8/10 milioni cash.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©