Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL PARAGONE

"Io a Palermo posso uscire, Lavezzi a Napoli no"


'Io a Palermo posso uscire, Lavezzi a Napoli no'
03/12/2010, 17:12

In una lunga intevista rilasciata al quotidiano argentino "El grafico di Buenos Aires", che gli ha anche dedicato la copertina definendolo "el socio perfecto " del fantasista del Barcellona Leo Messi, il giocatore del Palermo Javier Pastore ha scherzato su questo paragone e paragonato la sua vita a Palermo con quella di Lavezzi a Napoli.
"Uno come Messi si vede una volta ogni 30 anni. Siamo simili fuori dal campo: tranquilli, un po’ timidi, ma posso dire con orgoglio che non ho perso nessuna partita di Playstation contro lui. A Palermo ho trovato una dirigenza e dei compagni che mi hanno aiutato tantissimo. Ho imparato molto da Delio Rossi. Finito l’allenamento restava un’ora con me per lavorare e insegnarmi tante cose. La prossima stagione mi vedo ancora con la maglia del Palermo. Qui sto bene anche in città, posso uscire di casa, non è come a Napoli per Lavezzi. La gente è calda il giusto: ti chiedono una foto, un autografo. Poi ogni volta che vengo premiato come migliore in campo, un signore che ha un bar mi manda 25 chili di caffè e arrivano frutta e dolci, io mangio molto ma per fortuna non ingrasso mai".

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©