Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL PENSIERO AZZURRO

Io ci credo


Io ci credo
12/04/2010, 09:04

 "Trovare spunti positivi dopo una sconfitta così amara come quella con
il Parma non è semplice, sono tanti gli argomenti possibili su cui
parlare a partire dalla società che non vuole andare in Europa, per
passare sulle scelte sbagliate di Mazzarri e concludere sugli errori
clamorosi dei giocatori. Ma, invece, vorrei andare controcorrente,
trovare qualcosa di positivo su cui poter parlare e che dia buoni
propositi per il futuro azzurro. Non è semplice a mente fredda
analizzare quest’ultima giornata di campionato, ma io ci credo ancora,
credo che questa squadra possa arrivare in Europa, anche se la Coppa
minore, ma sempre una coppa. Non ci dimentichiamo che l’obiettivo
stagionale dichiarato ai quattro venti dalla società azzurra è proprio
l’arrivo in Europa League e calendario alla mano questa qualificazione
è ancora possibile. Certo brucia aver perso un’importante occasione
per puntare alla Champions ma non è solo questa partita quella che ha
pregiudicato il campionato azzurro, ricordiamoci i punti persi a
Udine, contro la Fiorentina e le gare sfortunate con Genoa e Inter
che, forse, avrebbero fatto passare nel dimenticatoio questa sconfitta
contro la formazione emiliana. Credo, però, che è presto per aprire un
processo, ci sono ancora 5 incontri e ben 450’ minuti da vivere tutti
di un fiato per cercare di conquistare un posto in Europa, non sarà
facile perché ancora una volta dobbiamo giocare contro tutto e tutti,
ad iniziare da Bari dove Lavezzi e compagni non avranno tifosi al
seguito. Forse qualche errore è stato commesso, ma ricordiamoci che
siamo una squadra e una società giovane, con giocatori che non hanno,
purtroppo, quella personalità necessaria da poter affrontare con la
dovuta concentrazione incontri importanti che valgono una stagione.
Quindi spero che per questo rush finale i tifosi e tutto l’ambiente si
stringano più forte che mai intorno a questi ragazzi che possono
comunque centrare un obiettivo importante ed inaspettato ad inizio
campionato prima dell’arrivo in panchina di Mazzarri. E dalle ore 17
del 16 maggio prossimo a mente fredda si potrà iniziare l’ora dei
processi e distribuire meriti e colpe. Ai posteri l’ardua sentenza…

Giovanni Cappiello

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©