Sport / Calcio

Commenta Stampa

Qualificazioni 2010: 2-0 degli azzurri al Montenegro

Italia avanti col minimo sforzo


Italia avanti col minimo sforzo
29/03/2009, 10:03


Un’Italia non certo sontuosa supera il Montenegro per 2-0, e resta in testa al gruppo 8 delle qualificazioni al Mondiale 2010. Un rigore di Pirlo e un colpo di testa di Pazzini, subentrato a Iaquinta, le due reti a Podgorica. Una nel primo, l’altra nel secondo tempo. La prima frazione è deludente. Gli uomini di Lippi non fanno gioco, la squadra perde subito Di Natale per una distorsione, ma un fallo di mano in area, colossale, di Batak consente a Pirlo, dal dischetto, di esibirsi in un “cucchiaio”. Gli azzurri rischiano con Cannavaro che atterra Jovetic lanciato a rete, l’arbitro grazia il difensore con un giallo.

A inizio secondo tempo Iaquinta spreca una buona occasione, poi il centravanti della Juve lascia il campo a Pazzini. Al 25’ l’attaccante della Samp insacca di testa sottomisura, servito da un gran cross di Pepe. Due a zero, anche grazie a Buffon. Il portiere aveva fermato Djalovic qualche minuto prima. Poi l’Italia resta in dieci. Sostituzioni già effettuate e Chiellini che perde sangue dal naso nonostante la maschera in volto. Un Montenegro senza sprint non ne approfitta, e intanto l’Irlanda di Trapattoni non va oltre l’1-1 contro la Bulgaria. Italia sola in testa a 13 punti, prima dello scontro diretto con gli irlandesi previsto per la settimana prossima.

La partita di Podgorica non ha quindi fornito indicazioni incoraggianti. Ma la concretezza, ha detto il mister azzurro, è sempre stata una caratteristica delle Nazionali italiane. Alla squadra è stato dato uno scossone tra il primo e il secondo tempo. "Sono contento della prestazione e sono contento per i ragazzi che si meritavano questo successo. Adesso abbiamo due punti sull'Irlanda e la possibilità mercoledì di costruirci un buon vantaggio in classifica".


 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©