Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

DOPPIETTA DEL BARESE

Italia-Irlanda del Nord 3-0, Cassano dà spettacolo


Italia-Irlanda del Nord 3-0, Cassano dà spettacolo
12/10/2011, 02:10

PESCARA - Tre gol all'Irlanda del Nord, una doppietta di Cassano. Meglio di così l'Italia non poteva chiudere il suo straordinario cammino verso Euro 2012. Una vittoria secca - l'ennesima di questa corsa europea -, un 3-0 che sancisce una qualificazione da record. Mai in passato la Nazionale aveva chiuso un girone con questi numeri. 26 punti in 10 partite sono tanto fieno da mettere in cascina per la ricostruzione psicologica di un gruppo uscito con i cerotti dal nefasto mondiale sudafricano.
IN AVANTI LARGO AI BASSI - Lo stadio Adriatico abbraccia gli azzurri di Prandelli con il tutto esaurito. Il ct lascia a riposo precauzionale Marchisio dopo la botta alla caviglia rimediata in Serbia e schiera al suo posto Aquilani, subito davanti a Pirlo, Montolivo e De Rossi. In difesa Chiellini centrale e spazio sugli esterni a Balzaretti e Cassani con Giovinco e Cassano coppia inedita in attacco.
AVVIO SOFT - I ritmi della gara sono da amichevole di fine stagione. Gli azzurri tengono in mano il pallino del gioco e al 5' costruiscono la prima palla gol dopo un 'dai e vai' sullo stretto fra i due 'piccoletti' lì in avanti con conclusione di Giovinco troppo centrale. Il parmense ci tiene a lasciare il segno nella serata che per la prima volta lo vede titolare in maglia azzurra. Cassano lo cerca spesso e lo consiglia, Sebastian - capocannoniere di A con cinque gol, come Palacio - ascolta e svaria su tutto il fronte d'attacco alla ricerca della giocata ad effetto. Al 18' un angolo di Giovinco crea scompiglio nell'area irlandese ma il colpo di testa di Chiellini va a lato di un palmo.
CASSANO, CHE GOL! - La scossa del match arriva al 21' con un lancio di De Rossi in profondità per Cassano che gira al volo di destro e batte il portiere irlandese con un diagonale da urlo. Il vantaggio azzurro non sembra scuotere una modesta Irlanda e Pirlo continua a dettar legge in mezzo al campo. Cassano si diverte a dialogare un po' con tutti palla a terra, Giovinco in testa. Il 'centenario' Buffon (premiato con Cannavaro, Zoff e Maldini prima del fischio d'inizio per aver superato il tetto delle 100 presenze in Nazionale) viene chiamato severamente in causa al 27' quando si allunga per deviare un colpo di testa dalla traiettoria chirurgica di Mc Givern. Due minuti dopo è Balzaretti a perdere di vista Little che gli sfugge via e lo costringe ad una trattenuta in area azzurra piuttosto evidente. L'arbitro non vede e lascia proseguire fra le proteste irlandesi.
EMOZIONI COL CONTAGOCCE - Le due chance costruite regalano un po' di coraggio agli avversari che provano a dare continuità alle loro incursioni offensive. Giovinco prova a rispondere con un tiro dal limite di poco alto oltre la traversa. Al 35' Pirlo regala a Cassano la palla del 2-0 ma l'attaccante rossonero non riesce ad arrivare in tempo alla deviazione decisiva. E' questa l'ultima emozione di un primo tempo non irresistibile. RIPRESA - Il secondo tempo riparte senza novità di formazione. Aquilani prova subito dai venti metri una conclusione tanto potente quanto centrale che non crea ansia eccessiva all'attento Taylor.
CI PENSA ANCORA CASSANO - All'8' arriva la seconda gemma della serata (la nona in azzurro) di Antonio Cassano: palla di Aquilani per il campione di Bari Vecchia e diagonale rasoterra che fa secco il quarantenne portiere irlandese. Prandelli lo toglie subito dopo concedendogli la meritata standing ovation del pubblico di Pescara: al suo posto in campo Osvaldo. Il romanista entra in campo con tanta voglia di mettersi in luce ma il lento incedere del match non lo aiuta. Al 21' Chiellini si addormenta su un lancio di Little per il neo entrato Feeney che calcia in curva da ottima posizione. Prandelli dà spazio anche a Nocerino che entra al posto di un Aquilani dai due volti: sotto tono nel primo tempo, più in luce nella ripresa. Giovinco senza Cassano trova meno palle giocabili e risente della stazza non indifferente dei centrali irlandesi con il risultato di giocare una ripresa incolore. Al 27' Montolivo scalda di nuovo i guantoni di Taylor con una botta dal limite molto angolata.
E ARRIVA IL 3-0 - Alla mezz'ora arriva il terzo sigillo azzurro grazie ad una goffa autorete di McAuley che devia nella sua porta un cross di Balzaretti splendidamente innescato dal solito lancio illuminante di Pirlo.
SPAZIO A DE SANCTIS - C'è spazio anche per Morgan De Sanctis che entra al posto di Buffon per timbrare la sua quarta presenza in azzurro. Lui, abruzzese di nascita e figlio del vivaio del Pescara.
GIOVINCO VICINO AL GOL - Al 31' De Rossi lancia Giovinco che prova la magia con un perfetto destro al volo: il capolavoro non riesce solo per la deviazione di un Taylor in vena di miracoli.
ITALIA, E' RECORD DI PUNTI - Finisce così, con l'Italia che chiude trionfalmente il suo girone di qualificazione con 26 punti in 10 partite (è un record per la storia azzurra), 20 gol fatti e solo 2 subiti, con dieci punti di vantaggio sull'Estonia seconda in classifica. Prandelli ha di che sorridere.
PRANDELLI: «SONO FELICE» - «Quando hai grande supremazia territoriale e vinci 3-0 non puoi non essere soddisfatto». Il ct azzurro Prandelli ha commentato così ai microfoni della Rai il successo contro l'Irlanda del Nord. «Abbiamo mantenuto un ottimo equilibrio e sono felice. Stasera siamo rimasti sempre concentrati. L'Italia eccede nel ricamo? Tre gol bastano e avanzano per dimostrare il contrario, almeno in questa circostanza. Tra l'altro abbiamo provato a farne anche altri di gol ma l'importante è non buttare mai via la palla. Cassano? E' stato bravo come gli altri. Giovinco mi è piaciuto, si è mosso bene e ha corso tanto. Osvaldo? Avrà altre opportunità per mettersi in luce».
FONTE: CORRIEREDELLOSPORT.IT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Baby Love
Come un uragano
Ember - Il mistero della città di luce
Il bambino con il pigiama a righe
Il cosmo sul comò
Madagascar 2
Natale a Rio
W