Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Jacobelli: "Anche Ljajic doveva essere cacciato"


Jacobelli: 'Anche Ljajic doveva essere cacciato'
03/05/2012, 15:05

A Radio Crc è intervenuto Xavier Jacobelli, direttore di calciomercato.com: “Il caso Lavezzi è già un tormentone. Molto dipenderà dalla volontà di Lavezzi e di De Laurentiis. C’è una richiesta di adeguamento dell’ingaggio da parte di Mazzoni così come sappiamo il salary cup attuato dal patron azzurro. Se non si arriverà ad un accordo, ci sarà una frattura. L’Inter sarebbe interessata a Lavezzi giocandosi anche la carta Pandev. La vicenda è delicata e non la si risolverà in pochi giorni. Tutti noi siamo rimasti a bocca aperta da ciò che è successo ieri a Firenze. Se anche un personaggio dal calibro di Delio Rossi viene assalito da questo raptus vuol dire che il calcio sta subendo una caduta. Il sistema del calcio italiano brilla per inadeguatezza di provvedimenti. Nella stessa misura in cui Rossi ha pagato con il licenziamento e la vergogna doveva pagare anche Ljajic che doveva essere cacciato immediatamente dalla Fiorentina. Non esiste che quando un tecnico ti sostituisce perché in campo hai fatto pena, tu applauda ironicamente o addirittura insulta il tuo allenatore. Quando scoppiano queste vicende si cerca subito un capro espiatorio. Sissoko o Armero? Preferisco assolutamente Armero che conosce bene il campionato italiano. Certo, per fare un affare però bisogna essere in due”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©