Sport / Basket

Commenta Stampa

Alle 18 fischio d'inizio sul parquet

Julie news: a Rosarno gara dura, ma possibile


Julie news: a Rosarno gara dura, ma possibile
27/02/2011, 12:02

Il morale è buono, la trasferta è difficile, ma non impossibile. Sono questi gli ingredienti di Rosarno–Julie News Pontano Napoli in programma domenica pomeriggio (ore 18) al PalaFamurro dove i padroni di casa hanno costruito le loro fortune stagionali (ben 5 successi in 9 gare). “Tra le mura amiche si trasformano – conferma il team manager partenopeo Luca Coppola Bottazzi – Oltre al dato delle vittorie (1 sola esterna, di 1 a Reggio Calabria) da rimarcare anche quello della media realizzativa che è molto alta (86 rispetto ai 76,4 includendo anche le trasferte). Un trend che riguarda anche i singoli giocatori, in particolare Iaria (play) che viaggia intorno alle 29 lunghezze ad uscita ed in 6 circostanze ha superato quota 30. Oltre a lui forti sono anche Rizzieri (play guardia) e Crucitti (guardia). Da alcune settimane è tornato a disposizione anche il centro Brugalossi. Detto questo bisogna ricordare che sono una formazione che non ha grandi possibilità di migliorare la propria classifica. Nel senso che è sicuramente salvo, ma è nettamente staccato dall’8° posto, l’ultimo utile per i play off. Ciò li rende tranquilli, ma non assuefatti, anzi potrebbero creare grattacapi a noi che dovremo essere molto attenti alle loro bocche da fuoco. A nostro vantaggio c’è la presenza di Tammaro che avrà miss match favorevoli con i suoi potenziali difensori, Brugalossi e De Paola”. Sarà, quindi, uno dei duelli chiave d’un confronto cui i biancocelesteblù giungono motivati al punto giusto, carichi, rinfrancati dall’ottima prestazione della settimana scorsa contro la capolista Canicattì. “Sicuramente ci ha ridato nuova linfa, speranza, entusiasmo dopo il calo conseguente alla sconfitta sul parquet del Delta Salerno con relativa prestazione non ottimale – aggiunge il dirigente – Chiaramente sappiamo che il cammino verso i play off è in salita perché pur avendo gli scontri diretti favorevoli con alcune concorrenti (Agropoli e Delta Salerno) siamo distanti in graduatoria. Oggi sono i punti a dare maggiore fiducia a loro, ma fino a quando c’è vita c’è speranza e noi ci proveremo sino all’ultimo secondo utile”. Con quelle in programma domani tutte le squadre devono disputare ancora 7 partite di regular season, con alcune più dure, altre meno e qualche scontro diretto: tutto può ancora accadere. Come dicevano i calciatori della Roma nella serie a1 2009/10 nella rincorsa verso il tricolore “non succede, ma se succede….”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©