Sport / Basket

Commenta Stampa

Julie News Napoli, considerazioni di coach Massaro in attesa dei playout


Julie News Napoli, considerazioni di coach Massaro in attesa dei playout
03/05/2012, 12:05

La stagione della Julie News Napoli non è ancora conclusa, anzi questa è la settimana di vigilia dei playout, un appuntamento che resetta la regular season e predica un unico imperativo, vincere. L’obbiettivo è la salvezza. “Manca poco all’inizio della post season e la squadra si sta allenando con spirito combattivo e la volontà di vincere, per risolvere nei miglior modo questo anno sportivo”, spiega l’allenatore napoletano Massimo Massaro. Il team biancoazzurro sta lavorando con puntiglio in palestra ma “dietro la scrivania” è già il momento di fare qualche considerazione, con un occhio alla stagione sportiva appena conclusa e l’altro rivolto ai margini dei playout, che incominceranno domenica 6 maggio (palla a due ore 18:00) al PalaAssi di Trani.
Analizzando la stagione di Divisione Nazionale C, l’allenatore Massaro afferma: “Certo, è un peccato per il risultato fin qui conseguito. Credo che in altre condizioni la squadra poteva raggiungere un piazzamento ben diverso. Senza cercare alibi, i troppi infortuni occorsi durante l'anno ci hanno condizionato troppo - continua il tecnico partenopeo - Particolarmente quello di Claudio Tammaro che ha dovuto subire addirittura un intervento al pollice destro, e in una squadra dove solo due sono i veri senior - l'altro è Cristiano che pure si è dovuto fermare in alcune gare-, Dio solo sa quanto sia pesato. Anche Tredici, Mangiapia, Mangani, Arena, Manzo, Morgillo hanno dovuto fare i conti con l'infermeria e in maniera anche abbondante. Un gruppo così giovane ha pagato tale situazione anche a livello psicologico, ma ripeto, ciò non vuole essere una ricerca di giustificazioni”.
Volgendo lo sguardo verso i play out: “Innanzitutto, vorrei sottolineare che, dal punto di vista della crescita dei singoli, credo che i miglioramenti legati a questa esperienza siano evidenti, e in ogni caso i ragazzi si sono impegnati al massimo in un lavoro anche quantitativamente oneroso che ha compreso i preziosi interventi del prof Savy. Ora, una salvezza sarebbe un ottimo risultato. Trani è una squadra molto più esperta e adulta di noi, conosciamo bene le loro caratteristiche come loro conoscono le nostre. La sfida sarà rappresentata da gioventù contro esperienza. Di certo, noi daremo il massimo, sperando di svuotare un’infermeria sempre piena”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©